FARNESINA IN PRIMA LINEA

FARNESINA IN PRIMA LINEA

ROMA – focus/ aise - “L’Italia accoglie con favore l'adesione del Governo di Accordo Nazionale della Libia e dell’Esercito Nazionale Libico ad una tregua umanitaria volta a contrastare la possibile diffusione nel Paese del Coronavirus”. È quanto si legge in una nota della Farnesina, in cui si sottolinea che “questo è il momento della cooperazione e del mutuo sostegno, non di attacchi indiscriminati che causano vittime innocenti e terrorizzano la popolazione civile impedendo di creare un fronte comune contro il virus nell’interesse dell’intero popolo libico”.
“Anche nell’attuale fase di grave emergenza, l'Italia rimane impegnata al fianco dell’amico popolo libico”, aggiunge la nota, “e chiediamo a tutte le parti di aprirsi al dialogo e, attraverso la tregua umanitaria, di gettare le basi per raggiungere un cessate il fuoco strutturato, che permetta di riprendere il processo delineato a Berlino verso una pacificazione e stabilizzazione durevole e sostenibile della Libia”.
La Farnesina continua ad essere impegnata in prima linea per il supporto agli italiani all'estero, attraverso l’Unità di Crisi, le Ambasciate e i Consolati italiani nel mondo. Si lavora per individuare, in costante raccordo con le autorità dei Paesi esteri, mezzi e itinerari per il rimpatrio di tutti coloro che vogliono tornare. Tutta la rete diplomatico-consolare è al lavoro senza sosta per diffondere informazioni utili ai connazionali e agevolarne il ritorno.
Da quando è iniziata la crisi legata al covid-19, grazie alla preziosissima collaborazione delle compagnie aeree, con particolare riferimento ad Alitalia e Neos, sono stati organizzati circa 150 tra voli in deroga alla programmazione ordinaria o altri tipi di collegamenti, che hanno permesso di riportare a casa e in sicurezza più decine di migliaia di connazionali da 22 Paesi.
La notte scorsa sono atterrati due voli Neos, compagnia aerea del Gruppo Alpitour, per rimpatriare dall’Argentina altri 500 connazionali. Inoltre è arrivato a Milano Malpensa anche un volo umanitario di Neos con materiale sanitario proveniente dalla Cina.
Tutte le informazioni sono raccolte e continueranno ad essere diffuse in tempo reale sul sito ViaggiareSicuri.it dell’Unità di Crisi della Farnesina e sui siti delle Ambasciate e dei Consolati. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi