FESTA DELLA REPUBBLICA ALL’AMBASCIATA ITALIANA DI OTTAWA – DI JOE VOLPE

FESTA DELLA REPUBBLICA ALL’AMBASCIATA ITALIANA DI OTTAWA – di Joe Volpe

OTTAWA\ aise\ - “Lui è Claudio Taffuri, padrone di casa e Ambasciatore italiano in Canada. L’occasione: la celebrazione della Festa della Repubblica. La location: gli estesi giardini della residenza ufficiale dell’Ambasciatore italiano. È un posto meraviglioso. Costruito come domicilio personale da un ex Barone del Legname ad Alymer Quebec, quando l’industria del taglio e del trasporto del legname trasformò numerosi imprenditori in multi-milionari. Adesso è territorio italiano”. A scriverne per il Corriere Canadese, diretto da Francesco Veronesi, è l’editore Joe Volpe.
“Sua Eccellenza, come altri prima di lui, ha voluto mostrare l’essenza “dell’essere italiano” al Corpo Diplomatico di Ottawa e a coloro che interagiscono con l’Italia. Si trattava di un evento su invito. E verrebbe da chiedersi quale sarebbe stata l’affluenza se l’evento fosse stato aperto al pubblico.
Le persone hanno atteso in fila mentre la sicurezza controllava una lista di invitati di dieci pagine, quattro colonne, a spazio singolo, in ordine alfabetico. Ho preso parte a tante celebrazioni. Questo è quello che si avvicina di più, tra quelli a cui ho partecipato, a un comizio a Piazza del Popolo, ho pensato.
Sua Eccellenza – “Claudio, insisto”. – Taffuri ha avuto un messaggio conciso. L’Italia è amica del Canada, e riconosce gli obblighi che derivano da questa amicizia.
“Siamo una nazione che si definisce attraverso una cultura di prestazioni e conseguimento di ciò che è sempre stato importante e che ha umanizzato il genere umano. Orgogliosamente, ma senza arroganza, possiamo affermare di essere il primo Paese europeo nella diversità agricola e nella qualità dei prodotti e il secondo nel suo design tecnologico, nello sviluppo e nell’esportazione”.
“La Musica, l’Arte, i valori del Pensiero e della Democrazia sono sempre stati essenziali su come definiamo noi stessi. Vi invito quindi a provare alcuni prodotti del sistema italiano”, ha detto l’Ambasciatore in chiusura dopo aver riconosciuto la presenza dei rappresentanti del governo canadesi: il ministro David Lametti, la ministra Filomena Tassi, il segretario parlamentare Marco Mendicino e i deputati federali Francesco Sorbara e Lloyd Longfield.
Musicisti, intrattenitori, un assaggio di numerosi formaggi, una pletora di vini italiani, brioches al prosciutto, porchetta e la Ferrari-Maserati che ha accolto tutti all’entrata – l’Ambasciatore o ha uno sta molto competente e ben organizzato o ha il rispetto delle comunità locali e diplomatiche. Forse entrambi. Nel passato, ho ricevuto inviti da molte Ambasciate. Con l’evento di mercoledì l’Ambasciatore Taffuri ha dato vanto alla Festa della Repubblica italiana. Auguri. (aise) 

Newsletter
Archivi