FILMING ITALY DEDICA L'EDIZIONE 20202 ALLE DONNE DELL'INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA – DI SILVIA GIUDICI

FILMING ITALY DEDICA L

LOS ANGELES\ aise\ - ""Questa è un'edizione molto speciale - abbiamo più film, più spettacoli televisivi - ma soprattutto, questa edizione è dedicata alle donne: attrici, sceneggiatrici, registe. Solo il 10% di tutte le produzioni ha donne ai massimi livelli, quindi c’è ancora molto da fare. Uno dei messaggi di questo festival è proprio questo: date budget a donne regista, fidatevi di loro!". Tiziana Rocca ha aperto la quinta edizione di Filming Italy con un discorso forte e appassionato sulle donne, dedicato in particolare a chi lavora nel settore cinematografico". Era presente Silvia Giudici de L'Italoamericano, che firma un articolo pubblicato anche sulla versione on line del giornale bilingue di Los Angeles.
La direttrice artistica è salita sul palco dell'Harmony Gold Theater di West Hollywood per presentare e premiare gli ospiti di quest'anno: "Sono molto felice che la quinta edizione di Filming Italy - Los Angeles sia dedicata alle donne, non solo a quelle del cinema italiano di ieri e di oggi, ma a tutte le donne che lottano quotidianamente per la loro identità, con forza e coraggio. Incoraggio sempre le donne a essere finanziariamente indipendenti perché è ciò che dà libertà - ha sottolineato Tiziana Rocca -. E quest'anno sono particolarmente orgogliosa di collaborare con Women in Film, TV & Media Italia, un'importante organizzazione che sostiene i diritti delle donne. Perché come direttrice artistica di festival, cerco di lottare per la parità dei diritti e di sostenere il lavoro professionale di tante registe, produttrici, attrici e sceneggiatrici".
L'edizione di quest'anno ha premiato molte donne, come l'attrice candidata all'Academy Award Jacki Weaver (Silver Lining Playbook), la candidata all'Academy Award per il miglior film Jojo Rabbit, la produttrice Chelsea Winstanley, l'attrice Jessica Marie Garcia (On My Block di Netflix), il pluripremiato attore Winston Duke (Black Panther). L'attrice pluripremiata Claudia Gerini (Suburra di Netflix) è stata l'ambasciatrice del festival di quest'anno. Tra gli altri ospiti molto attesi c'era la pluripremiata regista Maria Sole Tognazzi e numerosi attori, registi e produttori italiani e internazionali che sono stati premiati durante il festival.
"Grazie per avermi invitato, è un onore essere ambasciatrice", ha detto l'attrice Claudia Gerini ricevendo il Best Magazine Award dalle mani di Giorgio Viaro, direttore di Best Movie. "Amo Los Angeles e vengo qui da quando avevo 25 anni. Ho sempre lavorato molto in Italia, ma il pensiero di venire qui e di iniziare una carriera a Hollywood mi è sempre passato per la testa. Un mio sogno è di essere diretta da Quentin Tarantino e dai fratelli Cohen".
Il premio IIC Creativity e l’Empowerment Award sono stati assegnati a Maria Sole Tognazzi, che ha diretto Viaggio Sola (A Five Star Life), un film drammatico che racconta una storia di scelte, coraggio e libertà, e all'attrice Margherita Buy, che ha vinto per il film il suo quinto David di Donatello. Il Premio IIC Los Angeles Creativity è un riconoscimento all'eccellenza italiana nel mondo in ogni settore creativo. Il premio è un'opera originale dell'iconico stilista Emilio Cavallini. Tra i precedenti vincitori ci sono Monica Bellucci, Claudia Cardinale, Gina Lollobrigida, Mario Martone, Gianfranco Rosi e Lina Wertmüller.
Il 2020 Filming Italy Women’s Power Impact award è stato assegnato a Steven Gaydos, vice presidente esecutivo di Variety, per i suoi continui sforzi per evidenziare i risultati ottenuti dalle donne in tutta la piattaforma Variety.
Un'altra importante donna italiana a Los Angeles, Valeria Rumori, direttrice dell'Istituto di Cultura, è salita sul palco per ricordare al pubblico che il 20 gennaio ha segnato il centesimo compleanno di Federico Fellini: "Vorrei celebrare questa icona del cinema italiano con un documentario e la mostra "Cibo nei disegni di Federico Fellini", organizzata dall'Istituto Italiano di Cultura e dal Consolato Generale d'Italia a Los Angeles in collaborazione con il Dipartimento di Cultura - Regione Emilia Romagna e Casa Artusi, quindi vi prego di venire a visitare l'Istituto Italiano di Cultura a Westwood", ha detto Rumori.
"L'Istituto presenta una programmazione annuale ricca di eventi cinematografici, spesso in partnership con altre istituzioni e festival italiani e locali, con l'obiettivo di promuovere le eccellenze della produzione italiana nei suoi aspetti artistici, culturali e territoriali. Filming Italy, quest'anno con una maggiore presenza femminile, è uno degli appuntamenti più attesi a Los Angeles e nella California del Sud. La partecipazione di personalità prestigiose dimostra che il nostro cinema è un importante riferimento internazionale", ha proseguito.
Quest'anno ha segnato anche la collaborazione con Women in Film, TV & Media Italia. Nato a Los Angeles, WIF ha sostenuto le donne che lavorano nell'industria cinematografica e dietro la macchina da presa dal 1973. Oggi, ci sono organizzazioni WIF in tutto il mondo che lavorano per un'industria più equa attraverso programmi di sensibilizzazione, incentivi e supporto legale. WIF Italia è lieta di continuare questo lavoro e di presentare due cortometraggi delle scrittrici/registe Valentina Bertuzzi e Giulia Steigerwaldt. Entrambi i film sono stati presentati al Festival di Roma nella sezione Alice nella Città e rappresentano la forza della narrativa femminile italiana.
In Delitto Naturale di Valentina Bertuzzi, la giovanissima protagonista Alida Baldari Calabria indaga sulla scomparsa della sua migliore amica. Il secondo cortometraggio, Settembre di Giulia Steigerwalt, racconta la storia di una quattordicenne che si prepara alla sua prima esperienza sessuale, scoprendo se stessa senza preoccuparsi della perfezione.
Insieme Filming Italy - Los Angeles e WIF Italia hanno assegnato un premio per la produzione cinematografica italiana innovativa e le buone politiche di assunzione a Netflix, per la loro prossima serie italiana Luna Nera.
Tra gli altri riconoscimenti, il Vice Presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori ha ricevuto un proclama dal Comune di Los Angeles.
La Regione Lazio ha inoltre presentato il nuovo concorso Lazio Cine-International, che ha già cofinanziato importanti coproduzioni internazionali tra società cinematografiche del Lazio ed estere. Il concorso ha l'obiettivo di rafforzare la competitività delle società di produzione cinematografica e di sostenere una più stretta collaborazione con i produttori stranieri, offrendo una maggiore visibilità internazionale alle destinazioni turistiche del Lazio.
Molti film italiani hanno avuto la loro premiere negli Stati Uniti, tra cui Il Cinema è una Cosa Meravigliosa, un docufilm di Antonello Sarno dedicato al regista comico Carlo Vanzina, scomparso lo scorso anno.
Altri film proiettati durante il festival sono stati Il primo Natale, una commedia diretta e interpretata dai comici siciliani Ficarra e Picone, con Massimo Popolizio e Roberta De Mattei, dove i due protagonisti tornano indietro nel tempo alla nascita di Gesù.
L'Uomo del Labirinto è un thriller drammatico diretto da Donato Carrisi, con Toni Servillo e Dustin Hoffman, che racconta il rapimento di un tredicenne e il suo risveglio dopo 15 anni in ospedale.
Il Giorno più Bello del Mondo, diretto e interpretato dal comico napoletano Alessandro Siani e Stefania Spampinato, racconta la storia del proprietario di un teatro fallito che riceve in eredità da un lontano parente due figli, uno dei quali con il potere della telecinesi.
Cetto C'è, Senzadubbiamente, diretto da Giulio Manfredonia, è il capitolo finale della trilogia comica con Antonio Albanese nei panni del politico corrotto Cetto La Qualunque.
La serie tv, Medici: The Magnificent. Power and Beauty di Christian Duguay, giunta alla sua terza stagione, è uno spettacolo in italiano e inglese realizzato da Frank Spotnitz e Nicholas Meyer che descrive l'ascesa della famiglia Medici.
È stato presentato anche il quinto episodio della seconda stagione di Suburra. Suburra è stata la prima trasmissione televisiva italiana originale distribuita da Netflix e segue le storie di politici, criminali e gente comune di Roma". (aise)


Newsletter
Archivi