GIOCHI E LETTURE ON LINE PER PROMUOVERE L’ITALIANO

GIOCHI E LETTURE ON LINE PER PROMUOVERE L’ITALIANO

ROMA – focus\aise\ - Il web come strumento per promuovere la conoscenza della lingua italiana attraverso giochi e letture. Sono due le iniziative presentate in questi ultimi giorni e che vedono protagonisti i più piccoli.

In un caso sono le scuole italiane all'estero a farsene promotrici. Da Saint Germain en Laye, con il Lycée International e il Collège Les Hauts Grillets, a Madrid, Barcellona, Marsiglia, Atene, Bratislava, Lussemburgo, Scutari, Liegi, Istanbul, fino alla più lontana Addis Abeba gli studenti delle scuole statali italiane, corsi e sezioni italiane di scuole internazionali e scuole europee si sono riuniti attraverso il sito www.unalinguadaleggere.it. Qui dodici scuole, diciotto insegnanti e i loro studenti di primaria e secondaria di primo e secondo grado per un sito si possono confrontare in un luogo virtuale sul tema della lettura realizzando interviste, incontri con gli autori e recensioni di libri di narrativa italiana e non. Il sito ha lo scopo di dare visibilità al progetto omonimo eTwinning ed è curato dalla professoressa Raffaella Marchese, insegnante di Italiano per conto del MAECI al Lycée International di Saint Germain en Laye, vicino Parigi, nonché giornalista. Oltre a far amare la lettura e invitare gli studenti delle scuole partner a leggere i romanzi che più hanno amato, il sito raccoglie anche le esperienze della partecipazione alla Giuria del Premio Strega ed è destinato a crescere ancora attraverso la partecipazione di altre scuole e l'adesione a nuove iniziative.
Coinvolge invece dieci partner di quattro Paesi europei il progetto Erasmus+ "The language magician", che punta su un videogame che appassioni i bambini e che serva agli insegnanti per valutare i loro progressi nell’apprendimento delle lingue straniere. Vi ha aderito anche l’Ufficio scolastico del Consolato di Londra e dal 2018, grazie al contributo finanziario della Farnesina, il progetto si è tradotto in uno strumento gratuito a disposizione on-line di tutte le scuole e degli insegnanti. Visitando il sito www.thelanguagemagician.net si può accedere al gioco che ha due livelli: uno per i bambini dai 7 ai 10 anni, che abbiano già svolto circa 100 ore di studio della lingua straniera scelta (tra inglese, francese, spagnolo, tedesco e italiano per stranieri) e un altro per alunni più grandi fino ai 12 anni, con circa 200 ore di studio alle spalle. Per 35 minuti lo studente diventa il giovane "mago delle lingue", il cui compito consiste "nel liberare gli amici animali imprigionati dal terribile Winivil nella sua torre inaccessibile". Facendo ripetere il gioco periodicamente gli insegnati possono valutare i progressi dei piccoli studenti grazie alla creazione istantanea di un grafico delle prestazioni.
Anna Cicogna, ricercatrice presso l'Università per Stranieri di Perugia, ha seguito il progetto sin dal suo avvio e ha realizzato un tutorial per guidare gli insegnanti nella fase di registrazione ed utilizzo della piattaforma. Oltre all’Università di Perugia, per l’Italia ha partecipato alla messa a punto del videogame anche l’Università per stranieri di Siena, oltre a varie realtà accademiche britanniche, spagnole e tedesche. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi