I COLLOQUI DEL MINISTRO

I COLLOQUI DEL MINISTRO

ROMA – focus/ aise - Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha sentito lunedì il Ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif. Ne ha dato notizia la Farnesina in una nota in cui spiega che, in questa occasione, Di Maio ha innanzitutto sottolineato come l’Italia sia interessata a mantenere e salvaguardare le proprie storiche e profonde relazioni bilaterali con l’Iran.
Nel corso del colloquio, definito cordiale, i due Ministri hanno condiviso la preoccupazione per la situazione della regione del Golfo dove gli sviluppi negativi delle ultime settimane pongono un grave rischio alla sicurezza internazionale. È fondamentale, ha argomentato Di Maio, astenersi da ulteriori atti che possano far aumentare la tensione e, a tal fine, è necessario l’impegno costruttivo di tutti gli attori interessati attraverso il dialogo e il negoziato politico. Il Ministro italiano, conclude la nota, ha infine ribadito come il JCPoA rimanga un pilastro di sicurezza per tutta l’area, ragione per la quale l’Unione Europea continua a chiedere il suo pieno adempimento.
Di Maio e il suo omologo cipriota si sono poi incontrati il 29 gennaio a Roma. A darne notizia è stata, in una nota, la Farnesina che ha spiegato come Luigi Di Maio e Nikos Christodoulides durante l’incontro abbiano avuto modo di discutere delle loro eccellenti relazioni bilaterali, della crisi della Libia, di migrazioni, dei più recenti sviluppi nel Mediterraneo orientale e di questioni relative all'energia.
Ricordando le Conclusioni del Consiglio Europeo di ottobre e dicembre 2019, l'Italia ha ribadito la sua piena solidarietà a Cipro sulle continue attività di trivellazione illegali della Turchia nel Mediterraneo orientale, nella completa inosservanza della sovranità di Cipro e dei suoi diritti sovrani.
I due Ministri, accogliendo con favore l'invito del Governo di Cipro a negoziare con la Turchia della scorsa estate, hanno convenuto che la delimitazione delle zone economiche esclusive e della piattaforma continentale dovrebbero essere affrontate attraverso il dialogo e i negoziati in buona fede, nel pieno rispetto del diritto internazionale e conformemente al principio delle relazioni di buon vicinato.
In questo contesto, il Protocollo d'intesa firmato dalla Libia e dalla Turchia sulla delimitazione della piattaforma continentale è inaccettabile, viola i diritti sovrani dei Paesi terzi, non è conforme alla legge del mare e non può produrre conseguenze giuridiche per i Paesi terzi. Solo attraverso una cooperazione autentica e in buona fede, le risorse naturali nel Mediterraneo beneficeranno tutti i popoli che vivono nella regione.
Hanno inoltre concordato sulla necessità di accelerare l'attuazione della decisione del Consiglio Europeo, finalizzando le liste sul regime di misure restrittive che colpiscono coloro che sono responsabili o coinvolti nell'attività di trivellazione illegale di idrocarburi nel Mediterraneo orientale. Infine, Di Maio, ha incontrato alla Farnesina il ministro della Difesa di Gibuti, Hassan Omar Mohamed Bourhan.
Il ministro Di Maio ha innanzitutto espresso solidarietà per l’epidemia di Chikungunya e per le forti inondazioni che hanno colpito Gibuti nelle scorse settimane, ricordando come l’Italia abbia tempestivamente prestato aiuto con l’invio di un volo umanitario a sostegno delle operazioni di protezione civile nel Paese.
"L’Italia considera Gibuti un elemento di stabilità ed un partner importante nel Corno d’Africa, una regione dove sono in corso mutamenti storici che il nostro Paese segue con la massima attenzione", ha ricordato il ministro, aggiungendo che l’Italia ritiene "fondamentale che un partner strategico come Gibuti possa essere protagonista di tale dinamica".
Di Maio ha infine espresso soddisfazione per come il dialogo tra Italia e Gibuti si sia approfondito negli ultimi anni, a partire dalla collaborazione nel settore della difesa ma anche grazie all’intensificarsi delle relazioni economico-commerciali e a numerose iniziative di cooperazione. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi