IIC ONLINE

IIC ONLINE

ROMA – focus/ aise - Il prossimo 28 maggio alle 18:00, l'Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles presenterà “Maestro in sintesi immaginativa: 100 anni di Federico Fellini”, una conversazione online sul regista e Maestro del cinema italiano, vincitore di cinque premi Oscar, in concomitanza con la pubblicazione dell’antologia A Companion to Federico Fellini, edito da Wiley Blackwell.
Alessandro Ago (USC School of Cinematic Arts) modererà la conversazione con Frank Burke (Department of Film and Media - Queen’s University, Canada); Thomas Harrison (UCLA Department of Italian) e Federico Pacchioni (Musco Chair in Italian, Chapman University).
L'evento - per partecipare occorre registrarsi qui - è parte delle celebrazioni ufficiali per il Centenario di Federico Fellini e organizzato in memoria di Marguerite Waller, professoressa emerita di Comparative Literature and Gender Studies, University of California, Riverside e co-curatrice dell’antologia “A Companion to Federico Fellini” di Wiley Blackwell.
Curata da Frank Burke, Marguerite Waller e Marita Gubareva, questa antologia presenta nuove metodologie e intuizioni per conoscere, apprezzare e contestualizzare i film del regista nel 21esimo secolo. Il volume fornisce contributi di importanti studiosi, intellettuali e cineasti, nonché approfondimenti di numerosi collaboratori del regista italiano. Saggi accademici ma di facile lettura esplorano gli aspetti fondamentali delle opere di Fellini, affrontando la loro rilevanza contemporanea.
Alessandro Ago è Director of Programming and Special Projects della USC School of Cinematic Arts, per cui organizza proiezioni di film, festival, relatori, ospiti ed eventi speciali. Per USC Ago cura anche Outside the Box [Office], una serie di proiezioni di nuovi film e documentari internazionali indipendenti, seguite da conversazioni con i registi. Con un interesse speciale per il cinema italiano, Ago ha ospitato eventi con Roberto Saviano, Mario Monicelli, Lina Wertmueller, Gabriele Salvatores, Claudia Cardinale, Pupi Avati, Marco Bellocchio, Dario Argento e Franco Nero.
Frank Burke è Professore Emerito alla Queen’University (Kingston, Ontario, Canada), dove, dal 1987 al 2015, ha insegnato cinema postmoderno, critica ideologica, studi culturali, teoria post-strutturalista e di genere. La sua ricerca è stata dedicata al cinema italiano, nordamericano e italo-americano, con particolare attenzione a Federico Fellini. Ha pubblicato cinque libri sui film di Fellini in inglese e ha contribuito ai volumi italiani sul regista. A Companion to Federico Fellini, che ha curato con Marguerite Waller e Marita Gubareva, è appena stato pubblicato così come il volume Fellini’s Films and Commercials: From Postwar to Postmodern (Intellect e University of Chicago Press).
Thomas Harrison insegna cinema italiano e corsi di letteratura moderna e contemporanea presso il Dipartimento di Italiano di UCLA. Autore del volume in uscita Of Bridges: A Poetic and Philosophical Account (2021), si occupa anche di poesia, storia intellettuale e arti comparate.
Federico Pacchioni è Professore Associato di italianistica e titolare della cattedra Musco Sebastian Paul & Marybelle. Dirige il programma di italianistica, organizzando numerose collaborazioni multidisciplinari e programmi per la comunita’. È autore di numerose pubblicazioni. Il suo lavoro su Fellini comprende: Inspiring Fellini: Literary Collaborations behind the Scenes (University of Toronto Press, 2014, monografia) e A History of Italian Cinema (Bloomsbury Academic Press, 2017, con P. Bondanella).
L’Istituto Italiano di Cultura di Tirana aderisce a “Il Maggio dei Libri 2020” dedicato quest’anno al tema “Se leggo, scopro!”.
Nato nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, “Il Maggio dei Libri” è una campagna nazionale che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto.
Tutti possono contribuire organizzando iniziative che quest’anno si svolgono fra il 23 aprile e il 31 ottobre 2020.
Vista l’emergenza COVID-19 che non rende possibile coinvolgere persone (letture pubbliche, incontri con autori e lettori, etc.) l’Istituto ha pensato di sostenere l’iniziativa con alcuni City light nelle città di Tirana, Peja, Prizren e Pristina.
Verranno promossi libri, autori ed editori attraverso frasi e brevi paragrafi di alcuni scrittori (alcuni in italiano, altri in albanese) per ricordare che il libro e la lettura sono beni preziosi da sostenere, promuovere e soprattutto utilizzare: regalano coraggio e consolazione, offrono evasioni e illusioni, libertà e miraggi, mondi paralleli e fughe straordinarie.
Dalle prossime settimane, inoltre, collegandosi ai siti social dell’Istituto, sarà possibile sentir parlare di un libro e del suo autore, ma anche ascoltare brani musicali citati nel testo o famosi nel periodo in cui è ambientato il romanzo e anche la colonna sonora della trasposizione cinematografica del nostro libro preferito!
Nell'ambito della programmazione online #IICCinémaChezVous, l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi ripropone da domani in streaming il documentario "La scomparsa di mia madre" (Italia, 2019, 96', vostf) di Beniamino Barrese, già proiettato in Istituto subito dopo la vittoria del premio della Giuria del festival Annecy Cinéma Italien, il 4 novembre 2019.
Il regista ha preso come soggetto sua madre Benedetta Barzini, ex-modella vicina al movimento femminista, oggi settantacinquenne. "Non voglio apparire, voglio sparire", dice di fronte alla telecamera: Barrese la riprende con delicatezza, firmando così un'affettuosa biografia di sua madre, malgrado le reticenze della stessa ad essere immortalata. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi