IMPARARE L’ITALIANO ATTRAVERSO LO SPORT

IMPARARE L’ITALIANO ATTRAVERSO LO SPORT

BUENOS AIRES\ aise\ - Il Consolato Generale d’Italia a Buenos Aires ha dato il via ieri al progetto “L’italiano in campo” con l'obiettivo di avvicinare i giovani alla lingua italiana attraverso lo sport.
Dopo la giornata di presentazione, dello scorso 21 novembre, ha preso avvio la fase principale dell’iniziativa che si svolgerà con incontri settimanali presso il Club Italiano di Buenos Aires, da maggio a settembre e si concluderà ad ottobre con una festa finale.
Obiettivo del progetto, sottolinea il Consolato, quello di portare avanti la strategia di diffusione della lingua italiana attraverso pratiche partecipate e divertenti.
L'obiettivo sará dunque rendere più facile e stimolante l'apprendimento dell'italiano attraverso giochi ed esercizi sportivi, utilizzando le discipline dell’hockey su prato e del calcio per realizzare lezioni in modo informale fuori dall’aula.
Durante “L’italiano in campo” i circa 100 bambini e bambine di quattro scuole primarie pubbliche di Buenos Aires, dove già si insegna l’italiano in virtú di uno specifico accordo stipulato tra il Governo della Cittá di Buenos Aires ed il Consolato, si cimenteranno in prove e giochi che stimoleranno le loro abilità sportive e linguistiche.
Gli esercizi impegneranno i bambini nell’apprendimento linguistico di concetti base come i colori, i numeri e i termini tecnici di ambito sportivo.
L’organizzazione dell’evento è stata affidata alla ONG La Victoria, che si occupa da anni di progetti sportivi e sociali. Oltre al Presidente della Ong Pablo Olmos, al progetto collabora uno staff di 12 persone composto da Andrea Pedemonte - responsabile generale del progetto; Monica Arreghini - professoressa di italiano della Dante Alighieri e referente per i rapporti con le scuole, Matias Luppani - istruttore di hockey ed ex nazionale sia italiano che argentino, Jacopo Bianchi - istruttore di calcio madrelingua, quattro ragazzi italiani che stanno svolgendo un anno di servizio civile in Argentina con l’Associazione Agisco; la FACA (Federazione delle Associazioni Calabresi in Argentina) nonché quattro studenti della scuola per docenti di italiano.
L’attività progettuale, che ha ottenuto il patrocinio del CONI Argentina, è stata resa possibile grazie alla cooperazione del Consolato Generale e del suo Ufficio scolastico con numerosi partner tra i quali la squadra di calcio U.C .Sampdoria, che ha donato le divise di gioco per i bambini, la Federazione Italiana Hockey che ha inviato i bastoni e le palline per praticare questo sport, il Patronato INCA di Buenos Aires che ha donato il materiale per i giochi in italiano, il Club Italiano che ospiterà gratuitamente le attività e l’Accademia Sportiva Italiana che ha messo a disposizione le sue competenze in ambito organizzativo. (aise) 

Newsletter
Archivi