LA RETE DEL COMMERCIO ESTERO

LA RETE DEL COMMERCIO ESTERO

ROMA – focus/ aise - “Fare impresa in Austria – Sfide e opportunità per l’internazionalizzazione delle imprese”, questo il titolo del business event che si è tenuto la scorsa settimana presso l’Ambasciata d’Austria a Roma in collaborazione con ABA – Invest in Austria e con Vienna Business Agency per presentare agli operatori italiani le opportunità offerte dal Paese transalpino sul fronte delle tecniche, strategie e strumenti d’investimento. Due i panel: “Opportunità d’internazionalizzazione in Austria e best practice per startup, piccole, medie e grandi imprese”, tenuto da Gerlinde Gahleitner, ABA – Invest in Austria, e Daniel Chladek, Vienna Business Agency, e “normativa fiscale e societaria in Autria”, con Francesco Macoratti, Studio Contax Vienna.
L’enogastronomia è da sempre il fiore all’occhiello del made in Italy, apprezzata e invidiata in tutto il mondo. E proprio in occasione di Borgo DiVino, la manifestazione enologica organizzata da CastelliExperience in collaborazione con il Comune di Nemi (17-19 maggio), si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di due importanti e ambiziosi progetti della Confesercenti di Roma. Nella Sala della Minerva dello Stallone di Nemi, venerdì scorso, si è parlato di internazionalizzazione dell’enogastronomia locale con Wineowine e Foodie Experience. Il primo si pone come obiettivo quello di formare e supportare i piccoli imprenditori del settore vino nella vendita del proprio prodotto all’estero, con particolare riguardo per il vino del territorio laziale; il secondo, invece, è un progetto dedicato alle piccole imprese del settore turistico che sono sempre di maggior interesse per il turista straniero che intende vivere esperienze legate al territorio. Entrambi vogliono facilitare la creazione di sinergie tra le piccole e medie imprese del territorio per presidiare in modo efficace i mercati esteri. I due progetti si avvalgono del prezioso contributo della società romana di consulenza specializzata in internazionalizzazione delle PMI, Internex Agency, e apriranno la loro attività nella prestigiosa manifestazione Italie à Table, evento che si tiene a Nizza nella Promenade des Anglais, dal 7 all’11 giugno, dedicato alle eccellenze italiane.
Infine, si è aperta la scorsa settimana a Novi Sad l’86ma edizione della Fiera internazionale dell’Agricoltura, a cui l’Italia partecipa come Paese partner, nell’anniversario dei 140 anni di relazioni diplomatiche e dei 10 anni di partenariato strategico tra Roma e Belgrado. Al “Padiglione Italia”, inaugurato dal Sottosegretario alle Politiche agricole, forestali e del turismo, Franco Manzato, insieme all’Ambasciatore d'Italia Carlo Lo Cascio, erano presenti i rappresentanti di 30 aziende italiane, della Regione Veneto e della Fiera di Verona. Tra i vari appuntamenti che si sono avvicendati fino a venerdì scorso, 4 seminari con enti e aziende italiane (tra cui quello promosso dall’Agenzia ICE “Tecnologie innovative in agricoltura”) e decine di incontri B2B.
La Fiera internazionale dell’Agricoltura di Novi Sad rappresenta uno dei momenti salienti del programma economico 2019 dell’Italia in Serbia. Nel 2018, l’interscambio tra i due Paesi ha toccato la cifra record di 4,04 miliardi di euro e l’Italia si è confermata secondo partner commerciale della Serbia (primo Paese acquirente, e secondo Paese fornitore).
L’agribusiness è considerato uno dei principali settori strategici per lo sviluppo dell’economia serba e l’Italia ha partecipato, negli ultimi sei anni, a numerosi programmi di gemellaggio amministrativo finanziati dall’UE, a guida MIPAAFT. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi