LA RISPOSTA DI BASILEA ALLA CHIAMATA "FREEDOM FOR CAROLA RACKETE": OGGI MANIFESTAZIONE DAVANTI AL CONSOLATO

LA RISPOSTA DI BASILEA ALLA CHIAMATA "FREEDOM FOR CAROLA RACKETE": OGGI MANIFESTAZIONE DAVANTI AL CONSOLATO

BASILEA\ aise\ - Sebbene sia stata liberata questa mattina, un presidio in solidarietà alla comandante della Sea Watch 3 Carola Rackete si terrà oggi, mercoledì 3 luglio, dalle ore 12.00 alle 14.00, davanti al Consolato italiano a Basilea.
La manifestazione è organizzata dall’associazione Restiamo Umani Basilea – Porti Liberi con l’adesione dei Giovani GIR della Svizzera in risposta alla chiamata "Freedom for Carola Rackete", per protestare dunque contro l'arresto di Carola Rackete.
"Carola Rackete è libera, non dovrà più sottostare agli arresti domiciliari né subire alcuna misura cautelare preventiva", sottolineano gli organizzatori del presidio. "Resta lo sdegno e la necessità di far sentire la nostra voce per i quattro giorni di fermo che Carola Rackete ha dovuto subire, per la gogna sessista e razzista messa in scena in Italia, semplicemente per il coraggio di aver portato in salvo vite umane nel porto più sicuro, non essendo, come ha sottolineato il gip di Agrigento e come la cronaca libica ci conferma, i porti della Libia e della Tunisia considerati tali".
"Per quanto l’annullamento di qualsiasi misura preventiva nei confronti della comandante Rackete sia una vittoria per la solidarietà internazionale", gli organizzatori del presidio ricordano che "resta in piedi il processo che la vede indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per il quale il 9 luglio dovrà sottoporsi nuovamente ad interrogatorio". Per questo Restiamo Umani Basilea ribadisce che "la solidarietà e la salvaguardia di vite umane non può essere processata" e chiede "la libertà senza se e senza ma per Carola Racket". (aise)


Newsletter
Archivi