LA SETTIMANA DEI COMITES

LA SETTIMANA DEI COMITES

ROMA – focus/ aise – Settimana intensa per i Comites. In Polonia due importanti eventi: il primo si è svolto ieri a Varsavia, il secondo si terrà domani a Lublino. Per chi avesse partecipato alla giornata di ieri, era stato allestito un brunch italiano per allietare una giornata in cui si offriva la possibilità agli italiani in Polonia di incontrarsi e conoscersi. Domani, presso la Caffetteria del Centrum Spotkania Kultur di Lublino, si terrà invece un incontro di “prima accoglienza” per quegli italiani che si trovassero da poco nel Paese. In questa occasione, verrà anche presentato il comitato “Vivere in Polonia”, nato nell’intento di facilitare l’inserimento degli italiani nella comunità polacca, aiutandoli soprattutto a districarsi tra le maglie della burocrazia.
Dalla Polonia alla Francia, a Metz, dove due settimane fa, il 12 ottobre, il Comites si è reso promotore di un evento di forte valenza: la posa della Stele in Memoria dei 180 partigiani italiani internati e torturati tra il 1943 e il 1944 presso il Forte di Metz Queuleu.
A presiedere alla cerimonia l’Ambasciatrice d’Italia in Francia, Teresa Castaldo, il Console Generale d’Italia Adolfo Barattolo, il Segretario Esecutivo del CGIE Marcello Cavalcaselle, l’On. Angela Schirò, il Segretario Generale del CGIE Michele Schiavone e i Consiglieri della Commissione Continentale Europa e Africa del Nord del CGIE, il Colonnello della Nato, Guido Bottacchiari, i Coordinatori dei Comitati dei Presidenti dei Comites Europei, i Presidenti dei Comites frontalieri di Sarrebruck, Metz e Lussemburgo, e le massime autorità locali e della Collettività italiana della Moselle.
La cerimonia si è articolata nello svelamento della lapide alla memoria dei predetti partigiani, nella deposizione di Corone di fiori, nell’esecuzione degli Inni nazionali italiano e francese da parte della Corale della Cattedrale di Metz.
L’iniziativa della posa della lapide è dovuta al Comites di Metz, presieduto da Salvatore Tabone, quale importante e significativo progetto dedicato alla memoria della comunità italiana residente nella Regione Grande Est della Francia, finanziato dal MAECI, e che è stato sostenuto sin dall’inizio dal Console Generale d’Italia a Metz e per il Grand Est di Francia, Adolfo Barattolo e da Michele Schiavone, Segretario Generale del CGIE. Sempre il Comites si occuperà della traduzione in francese, tedesco e inglese il sito internet e gli opuscoli informativi sulla storia del Forte. Oltreoceano, quest’anno il Festival Italiano, il festival annuale della comunità italiana di Auckland, si svolgerà domenica 28 Ottobre a Newmarket. Con sempre più partecipanti e pubblico non solo da Auckland ma da tutto il paese, l'evento è diventato uno dei principali appuntamenti comunitari della città, ed una preziosa vetrina per i prodotti e lo stile di vita italiani. La stagione italiana (Italian Festival Season) iniziata il 30 agosto con l'apertura del Cinema Italiano Festival, include due mesi di eventi culturali italiani, promozioni commerciali e attività varie. Il Media Partner del Festival quest'anno è il Chinese Herald, considerando che il 30% di visitatori al Festival, ed il 50% del mercato locale per automobili e prodotti di lusso italiani, sono di madre lingua cinese. In Canada, precisamente a Montreal, il Comites locale si è riunito due settimane fa presso la propria sede al Centro Leonardo da Vinci alla presenza del Console Marco Riccardo Rusconi e del Console d’Italia Lorenzo Solinas. Si è parlato, tra i vari punti all’ordine del giorno, di scambi turistici e culturali tra il Canada e l’
Italia, sottolineando la necessità di garantire che le risorse necessarie vengano erogate per mantenere vivo il legame tra i due Paesi e proseguire nell’opera di promozione della lingua e della cultura italiana in Quebec.
Il prossimo 2 novembre, poi, si terrà ad Oslo un incontro informativo sul riconoscimento dei titoli di studio in Norvegia su organizzazione del Comites di Oslo. La presentazione, spiega il Comites, “è rivolta soprattutto agli italiani appena arrivati con un diploma o una laurea italiani in tasca. Per inserirsi al più presto nel mondo del lavoro occorre far riconoscere i nostri titoli dalle autorità norvegesi ossia dal NOKUT. La serata è un'occasione unica per avere tutte le informazioni del caso da parte di un'esperta del NOKUT che potrà rispondere a tutte le vostre domande”. Infine, la prossima riunione del Comites Tel Aviv è convocata per venerdì 16 novembre, alle 10, presso il Bet Italia in rechov Nachal Soreq 1 a Yafo. Diversi i punti all’ordine del giorno: il punto di Sostegno Sociale, con il supporto del MAECI e in collaborazione con l'Ambasciata; l’evento preparatorio alla Conferenza dei Giovani 2019; il bilancio consuntivo 2018; e varie ed eventuali altre questioni. (focus\ aise)

Newsletter
Archivi