LA SETTIMANA DEI COMITES

LA SETTIMANA DEI COMITES

ROMA – focus/ aise – Prima settimana di settembre anche per i Comites che, nonostante il loro lavoro non si sia mai fermato, riprendono le attività a pieno regime. Cominciamo da Bruxelles, dove il Comites – in collaborazione con la Camera di Commercio Belgo-Italiana, ha organizzato il prossimo 3 ottobre un workshop sulle "asimmetrie" tra leggi belghe e italiane, cioè, spiega il Comites, “tutte quelle situazioni incoerenti in cui il cittadino italiano residente all'estero riceve una richiesta di pagamento dallo Stato italiano e da quello belga per la stessa cosa, oppure non riceve un servizio perché nessuna delle due amministrazioni si ritiene competente, e così via”. Si tratta, chiarisce il Comites, “di un primo appuntamento "pilota" finalizzato a costituire un osservatorio permanente”.
Durante il primo incontro si parlerà di tasse e lavoro con esperti del settore.
I cittadini che volessero segnalare episodi su questi temi possono inviare una mail all’indirizzo eventi@comites-belgio.be entro il 15 settembre. Sempre attraverso questa email sarà possibile porre domande agli esperti partecipanti durante il workshop. L'evento – chiarisce, infine, il Comites – non ha come finalità di fornire consulenze gratuite ma di raccogliere segnalazioni per le amministrazioni competenti. L'iniziativa è stata selezionata nel 2018 ed è sostenuta dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – Direzione generale Italiani nel Mondo. Da Buenos Aires giunge invece la notizia che il Comites e la Fediba, federazione che riunisce le associazioni italiane a Buenos Aires, hanno lanciato una petizione rivolta al Gobierno de la Ciudad Autonoma de Buenos Aires affinchè venga autorizzata la posa di un busto in onore di Renè Favaloro nella Plaza Houssay della capitale argentina. Il busto - opera dell’artista Juan José D'Estefano – sarebbe donato dalla comunità italiana. Infine, a San Francisco: “Lights, camera, talk! Storie d'immigrazione italiana nella Bay Area” è il tema della serata in programma il prossimo 18 settembre a San Francisco. Organizzato dal Comites, dal Consolato Generale d'Italia e dall'Istituto Italiano di Cultura, l’incontro sarà ospitato nella sede dell’Istituto a partire dalle 18.30.
In questa occasione sarà proiettato il nuovo documentario “Italians By The Bay” e presentato il libro fotografico “La Valle del Silicio”. Entrambi i progetti presentano interviste con professionisti italiani che vivono nella Bay Area e nella Silicon Valley ed offrono un'istantanea originale di cosa significhi essere un immigrato italiano nella Bay Area o un professionista italiano all'estero.
“Italians by the Bay” è stato girato nel 2019 da Annalisa Siagura: il documentario sarà presentato anche al World Independent Film Festival di San Francisco a fine settembre.
La proiezione del film sarà seguita da una discussione (in inglese) sulla recente ondata di immigrazione intellettuale con un panel composto da Alessandra Cassar, Professoressa di Economia, USF; Lucina Di Meco, Senior Gender Expert, Wilson Center; Elisabetta Ghisini, Professoressa di Procedure, Hult International Business School; Salvatore Mandrà, Ricercatore, NASA; Serena Zanello, Architetto. La discussione sarà moderata dalla giornalista Anna Volpicelli.
“La valle del sicilio” è il titolo del libro di Silvia Veronese corredato dalle foto di Flavia Loreto. Il libro è stato pubblicato con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale d'Italia – Direzione generale italiani nel mondo - con il supporto di COMITES e del Consolato Generale d'Italia a San Francisco. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi