LA SICILIA IN MOSTRA

LA SICILIA IN MOSTRA

ROMA – focus/ aise - Sicilia: terra affascinante, ricca di storia. È stata e sarà protagonista di molti eventi in questo periodo. Vediamoli insieme. Nella Boiler House, suggestiva location che sorge nella celebre Brick Lane, a Londra, a partire dal pomeriggio del 18 ottobre e proseguendo il 19 e il 20 lungo tutta la giornata, ci saranno oltre 40 espositori con il meglio dei prodotti enogastronomici siciliani per la “Sicily Fest London”.
Dagli arancini al pane cunzato, dal pistacchio di Bronte ai cannoli di ricotta fresca, musica, arte e cultura. Per tre giorni la sesta edizione dell’unica fiera enogastronomica londinese interamente dedicata alla Sicilia, sarà protagonista nella capitale britannica.
Sicily Fest nasce nel 2015 dall'iniziativa di un gruppo di ragazzi siciliani con l'obiettivo di far conoscere al mondo un nuovo concetto di Sicilia, tanto lontano dagli stereotipi quanto vicino alle tradizioni. Una terra dove i sapori, i colori e la natura, diventano attrazione internazionale con l'amore e la passione per la propria terra. Se l'ultimo appuntamento, nel maggio scorso, ha segnato il boom con oltre 38mila presenze, per la nuova edizione il programma si annuncia ancora più ricco.
La proposta food spazia dai piatti della tradizione come arancini, pasta alla norma, pane e panelle, cazzilli, ma, anche piatti internazionali come cous cous, pizza o lasagne rivisitate con materie prime fresche sempre provenienti dalla Sicilia. Gli amanti dei dolci possono soddisfare le loro voglie con cannoli, brontelle, cassatine e una vasta gamma di prodotti a base di pistacchio e pasta di mandorle. Per quanto concerne il beverage, saranno disponibili birre e vini naturalmente siciliani, ma, anche speciali gin e amari sempre di produzione locale.
Il programma enogastronomico è completato dagli eventi di showcooking con Carmelo Carnevale, head chef del ristorante Onima a Mayfair e Presidente dell'APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani), Enzo Oliveri, proprietario e chef del ristorante Tasting Sicily - Enzo's Kitchen e presidente della FIC (Federazione Italiana Cuochi) e dello chef stellato Alessandro Ingiulla direttamente dal ristorante Sapio di Catania.
Per i più piccoli c'è il laboratorio "Make your own cannolo" e l'angolo creativo a cura della Charity Children Do Matter. Non solo cibo. Tanta musica con il DJ set di Jerry Prestigiacomo AKA Licht e Nunzio Ciuridda che proporrà una selezione di ska siciliano. I concerti della cantautrice folk Sara Sauta, originaria della provincia di Catania e della band palermitana The Heron Temple, che con la loro miscela di new soul, rock ed elettronica sono stati anche tra i protagonisti del celebre talent X Factor.
Grazie al MUSCÀ - The Museum of Sicilian Cart di Taormina, saranno esposti una ventina di pezzi unici di carretti siciliani dei primi del ‘900. Il carretto siciliano è uno dei simboli conosciuti in tutto il mondo del folklore siciliano. È stato usato non solo come mezzo di trasporto, ma anche come strumento di narrazione (viene chiamato anche "Instagram dei vecchi tempi"). I carretti sono realizzati in legno scolpito e dipinti a mano con famose scene di storia, tradizione e religione.
La location. L'Old Truman Brewery, situata nel quartiere rivoluzionario delle arti e dei media di East London, ospita un vivaio di aziende creative e negozi, gallerie, mercati, bar e ristoranti indipendenti. Per oltre venti anni ha rigenerato i suoi dieci acri di edifici abbandonati e abbandonati in spazi spettacolari per uffici, negozi, tempo libero ed eventi. Il raffinato mix di affari e tempo libero ha creato un ambiente unico a Londra, rendendo l'Old Truman Brewery una destinazione imperdibile se si è nella capitale anglosassone. Erano venti le aziende siciliane del settore agroalimentare che hanno partecipato, dal 24 al 27 settembre scorsi, al World food di Mosca, la più importante fiera del food & beverage della Russia.
Imponenti i numeri registrati dalla fiera moscovita: 1763 aziende presenti provenienti da 65 nazioni diverse e da 42 regioni russe e un afflusso di visitatori, player e buyer che si è attestato nei quattro giorni sulle 50.000 presenze. L'evento si ripete ogni anno ed ha come obiettivo quello di mettere in relazione i principali soggetti acquirenti di bevande e alimenti con le aziende produttrici di tutto il mondo.
La presenza dell'agroalimentare siciliano è stata possibile grazie alla Regione Siciliana che tramite l'assessorato regionale alle Attività produttive ha finanziato la partecipazione della collettiva dell'Isola al Padiglione Italia a Mosca. Nella capitale russa sono così arrivati il cioccolato di Modica e altri prodotti dolciari, il pistacchio di Bronte e ancora la gastronomia siciliana, l'olio extravergine, vino, pasta e prodotti da forno.
La trasferta russa delle imprese siciliane ha particolare valore se si considera il contesto delle sanzioni economiche emanate dall'Ue nei confronti di Mosca che impediscono ai produttori italiani di esportare frutta fresca, carni, latte e derivati. L'embargo ha determinato un consistente calo del fatturato per le imprese italiane che fanno affari in Russia ma non ha comunque impedito all'export agroalimentare italiano di compensare nel 2018 e almeno parzialmente le perdite, grazie alla crescita di altri comparti afferenti alle paste alimentari, ai pomodori pelati e polpe, ai tabacchi e agli oli.
"Con oltre 2 miliardi di euro di interscambio nel 2018, la Sicilia è il secondo partner commerciale dei russi, seconda in Italia alla sola Lombardia - sottolinea l'assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano - e per il settore agroalimentari le esportazioni hanno un valore complessivo di 3,8 milioni di euro. Abbiamo fortemente voluto le nostre imprese nella capitale russa perché crediamo che nonostante le sanzioni ci siano enormi margini di crescita per l'agroalimentare siciliano in Russia, il nostro obiettivo è creare le condizioni per migliorare sensibilmente le performance di un mercato come quello siciliano che come ha dimostrato il World Food è di sicuro interesse per Mosca". (focus\aise) 

Newsletter
Archivi