L’AICS DI YAOUNDE A SOSTEGNO DELLE DONNE COLPITE DAL CONFLITTO IN CAMERUN

L’AICS DI YAOUNDE A SOSTEGNO DELLE DONNE COLPITE DAL CONFLITTO IN CAMERUN

YAOUNDE\ aise\ - Sostenere donne e ragazze colpite dalla crisi nelle zone anglofone del Camerun. Questo l’obiettivo di UNWomen, progetto annuale finanziato dall’Italia attraverso l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, lanciato il 12 giugno scorso durante una cerimonia a Yaounde presieduta dal Ministro per la promozione delle politiche familiari Marie Thérèse Abena Ondoa.
Riunite in sala, oltre alle agenzie Onu, rappresentanti ministeriali e media nazionali, più di 300 donne sfollate provenienti dalle regioni del Nord Ovest e Sud Ovest. Hind Jalal, Deputy Country Representative UN Women in Camerun, ha presentato i contenuti del progetto, che prevede attività di formazione, assistenza sanitaria, psicologica e legale alle sopravvissute e sensibilizzazione della popolazione sulle GBV. La rappresentante ha inoltre ringraziato la Cooperazione Italiana per il sostegno alle attività.
A conclusione della cerimonia, sono stati consegnati dei “kit dignità” alle donne sfollate presenti in sala. Il lancio del progetto è stato seguito da un primo atelier di formazione della durata di due giorni rivolto alle forze di polizia e di difesa sul nuovo manuale di presa in carico e gestione delle GBV. (aise) 

Newsletter
Archivi