L’AMBASCIATORE TAFFURI SUGLI ITALO CANADESI: “HANNO MOSTRATO IL LORO AMORE PER L’ITALIA” – DI GIORGIO MITOLO

L’AMBASCIATORE TAFFURI SUGLI ITALO CANADESI: “HANNO MOSTRATO IL LORO AMORE PER L’ITALIA” – di Giorgio Mitolo

OTTAWA\ aise\ - “La grande comunità italiana in Canada ha voluto costruire un ponte ideale con l’Italia, oggi sofferente per la grave pandemia di Covid-19 che l’ha colpita. E lo ha fatto con una importante campagna benefica – denominata “Covid-19 AiutiAMO l’Italia””. A spiegare come è andata è l’Ambasciatore d’Italia in Canada, Claudio Taffuri, intervistato da Giorgio Mitolo per il “Corriere Canadese”, quotidiano diretto a Toronto da Francesco Veronesi.
D. Ambasciatore Taffuri, qual è lo scopo di questa campagna?
R. Questa iniziativa nasce alla fine di marzo nel momento più doloroso e tragico per il nostro Paese, l’Italia. Qui in Canada ci siamo allora interrogati su come dare una mano, contando sulla generosità storica dei cittadini canadesi e di quelli italocanadesi in particolare. Abbiamo ritenuto che lavorare attraverso una istituzione come la Croce Rossa Italiana fosse il modo migliore per fare arrivare le risorse e le generose offerte raccolte qui in Canada. La risposta alla nostra campagna benefica e raccolta fondi è stata immediata, entusiastica e ha ancora una volta dimostrato l’affetto ed il profondo legame che esiste tra i due Paesi.
D. Chi ha partecipato a questa iniziativa benefica?
R. A questa raccolta fondi – nata come ho detto nel momento più duro, difficile e tragico dell’emergenza Covid – ha partecipato tutto il Sistema Italia: i nostri Consolati, gli Istituti di Cultura, l’ICE, le Camere di Commercio, i Comites e le associazioni italocanadesi. La partecipazione a questa iniziativa benefica ha coinvolto contestualmente tutto il Canada, da Vancouver, a Toronto, Ottawa e Montreal in una gara di solidarietà e di vicinanza così generosamente mostrata nei confronti dell’Italia. Colgo l’occasione per ringraziare sia tutti i privati cittadini che hanno offerto il loro contributo, agli esponenti della classe imprenditoriale italocanadese ed a tutti gli amministratori ed i politici – a livello nazionale, federale, provinciale e comunale – che hanno promosso e sostenuto questa raccolta fondi, mostrando quell’amore profondo che non si è mai interrotto verso la loro terra di origine, l’Italia.
D. Avete raggiunto l’obiettivo che vi eravate prefissati e come verrà speso il denaro raccolto?
R. Quando abbiamo lanciato la campagna di raccolta fondi non avevamo un obiettivo preordinato ma speravamo che la generosità degli italo canadesi e degli altri amici dell’Italia in Canada ci consentisse di raggiungere una somma importante che abbiamo già raccolto e che continua a crescere in questi giorni grazie a nuove offerte. I fondi, raccolti dalla Croce Rossa Canadese, saranno trasferiti alla Croce Rossa italiana e destinati alle esigenze e alle priorità che verranno individuate sul territorio.
A DINNER FOR ITALY
La campagna “Covid-19 AiutiAMO l’Italia” si concluderà giovedì con un ‘pranzo virtuale’ come simbolo di aggregazione e di solidarietà, ma anche come occasione per valorizzare i nostri prodotti di qualità e il nostro saper fare, elementi centrali per la ripresa del Paese.
La serata, condotta dal presidente di Pizza Nova, Domenic Primucci, vedrà la partecipazione dello chef stellato Heinz Beck, dello chef italocanadese Rob Gentile e della sommelier canadese Marie-Andrée Gagnon. In diretta, collegamenti col presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, con l’Ambasciatrice del Canada in Italia, Alexandra Bugailiskis e col fondatore di Eataly, Fico Eataly World e Green Pea, Oscar Farinetti.
L’evento gratuito si terrà sulla piattaforma Zoom, dalle 18:00 alle 19:15, e chiunque sia interessato può registrarsi qui”. (aise). 

Newsletter
Archivi