L’ANIMA DEL COMMERCIO ESTERO

L’ANIMA DEL COMMERCIO ESTERO

ROMA – focus/ aise - Anche ITALMERCATI, la rete italiana dei Mercati all'ingrosso, è presente con una propria postazione presso il padiglione italiano del Mipaaft al Seafood Expo Global di Bruxelles (HALL 11 "ITALIAN TASTE & QUALITTY"), inaugurato la scorsa settimana.
All'interno del padiglione sono radunate 12 regioni che hanno esposto prodotti della pesca e dell'acquacultura, testimoniato le nuove tecnologie e fatto conoscere le ultime innovazioni per la fornitura di servizi logistici. "I Mercati Ittici – dichiara Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati – della Rete Italmercati come Milano, Roma, Napoli e Catania rappresentano le più grandi strutture logistico–distributive italiane che ogni anno commercializzano oltre 140.000 tonnellate di prodotto ittico a livello urbano. La Rete racchiude oltre 115 aziende ittiche che sprigionano ogni anno oltre 850 milioni di volumi d'affari"."Il settore ittico – aggiunge Pallottini – è un comparto importante e altamente rappresentativo per l'Italia, che vanta competenze e professionalità da intere generazioni. Ma come altri comparti è in continua trasformazione. Lo si comprende dalle dinamiche interne ai Centri Agroalimentari, non solo in Italia, ma anche in Europa. Più o meno tutti cogliamo dei segnali di difficoltà per alcuni ambiti ma anche di forte crescita per altri. Si tratta di cogliere per tempo queste dinamiche, di condividere le esigenze che sembrano comuni a quelle di altri Mercati e di accompagnare gli operatori in questa rinnovata impresa".
“Alla scoperta del Qatar, opportunità e strumenti per fare business” è stato invece il tema del convegno svoltosi giovedì 9 maggio presso la sede di Unindustria (via Andrea Noale 206) a Roma.
Organizzato da Unindustria, in collaborazione con Pavia e Ansaldo Studio legale e con la sponsorizzazione di Qatar Airways, il convegno è stato introdotto da Gerardo Iamunno, Presidente GT Mercati Globali e Valorizzazione del Made in Italy.
Sono intervenuti Pasquale Salzano, Ambasciatore d’Italia in Qatar, Abdulaziz Ahmed Almalki Aljehni, Ambasciatore del Qatar in Italia, Giosafat Riganò, Direttore dell’Ufficio ICE in Qatar, Stefano Nicoletti, Capo dell’Ufficio Internazionalizzazione delle imprese, MAECI, e Alessandro Comini, Of Counsel Pavia e Ansaldo Studio Legale.
Seguirà la testimonianza di Leonardo Velardi, Area Manager 3 FI/Affresco. Le conclusioni saranno affidate a Roberto Santori, Presidente Sezione Consulenza, Attività Professionali e Formazione.
Per concludere, è stata firmata la scorsa settimana un’intesa tra Amazon e Agenzia Ice per sostenere le piccole e medie imprese italiane a sviluppare le vendite e promuovere la cultura e l’imprenditorialità italiana in Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Stati Uniti.
L’accordo – spiega il Ministero per lo Sviluppo Economico – prevede la realizzazione di un piano di sviluppo per l’inserimento di nuove aziende e dei loro prodotti nella vetrina di Amazon dedicata esclusivamente al Made in Italy, per la formazione ed il supporto alle aziende nelle vendite online, e per attività di marketing che promuovano i prodotti ed accrescano le vendite all’estero.
Amazon e ICE Agenzia supporteranno almeno 600 nuove aziende, principalmente piccole e medie imprese con sede legale in Italia e marchi che rispettano i requisiti del Made in Italy, che saranno inserite all’interno della vetrina Made in Italy di Amazon. La collaborazione aiuterà queste nuove imprese ad avere visibilità sui loro oltre 12.000 nuovi prodotti disponibili su diversi siti globali di Amazon, tra cui Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr, Amazon.es e Amazon.com.
Le aziende interessate riceveranno, inoltre, supporto attraverso eventi di formazione offline (eventi, roadshow) e online (webinar) guidati dalla presenza di esperti di Amazon. Inoltre, Amazon fornirà l’accesso a materiali consultabili online su come sviluppare al meglio il percorso di vendita online. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi