LE ASSOCIAZIONI RICORDANO

LE ASSOCIAZIONI RICORDANO

ROMA – focus/ aise – “Il Sussurro delle onde” è il titolo del filmato realizzato da Viviana Garilli, Presidente dell'Associazione imprenditori e professionisti di origine giuliana di Buenos Aires, che è stato proiettato mercoledì 5 febbraio, alle 18.00 nella sede del Circolo della Stampa di Trieste (Corso Italia 13, I piano).
Ad organizzare l’evento è stata l’Associazione dei Giuliani nel Mondo.
“Doloroso e coinvolgente”, il filmato – spiega l’Agm – “narra le vicende di una bambina goriziana e di due giovani polesani superstiti delle prigioni del regime comunista jugoslavo e poi emigrati in Argentina. I racconti in prima persona ripercorrono senza sconti le tristi vicende dell’esodo giuliano dalmata, una delle pagine più cupe e per molti anni dimenticate della storia italiana”.
In occasione del Giorno del Ricordo, l’Associazione Giuliani nel Mondo si fa promotrice, come ogni anno, di diversi eventi, sia in Italia che all’estero, nei Paesi dove è presente con i suoi Circoli.
In Italia, l’associazione presenterà domani a Trieste “Il Sussurro delle onde”, filmato realizzato da Viviana Garilli, Presidente dell'Associazione imprenditori e professionisti di origine giuliana di Buenos Aires, che verrà proiettato alle 18.00 nella sede del Circolo della Stampa di Trieste (Corso Italia 13, I piano).
“Doloroso e coinvolgente”, il filmato – spiega l’Agm – “narra le vicende di una bambina goriziana e di due giovani polesani superstiti delle prigioni del regime comunista jugoslavo e poi emigrati in Argentina. I racconti in prima persona ripercorrono senza sconti le tristi vicende dell’esodo giuliano dalmata, una delle pagine più cupe e per molti anni dimenticate della storia italiana”.
Evento anche a Milano dove, organizzata dall’Associazione Amici Triestini, si terrà una serata dedicata al Giorno del Ricordo presso l’Hotel Cavalieri. Ospite d'onore sarà Donato Mutarelli Veruda, giornalista-scrittore polesano.
Tante le iniziative dei Circoli dell’Agm nel mondo.
CANADA
Il Club giuliano-dalmata di Toronto organizza la proiezione del film “Rosso Istria”, cui è invitata tutta la comunità italiana; la Lega Istriana di Chatham terrà una riunione celebrativa.
GRAN BRETAGNA
Il Circolo giuliani nel mondo UK organizza una riunione celebrativa al Consolato generale di Londra.
ARGENTINA
La Federazione dei Circoli Giuliani e Circolo giuliano Mar del Plata promuove una Santa Messa nella Parrocchia San Juan Bautista y Nuestra Senora del Rosario; anche il Circolo giuliano Cordoba farà celebrare una Messa cui seguirà una riunione presso il Circolo italiano. Messa anche a Buenos Aires grazie al Gruppo esuli giuliano-dalmati della città.
AUSTRALIA
Due le Messe in programma, con incontri a seguire: una organizzata dalla Famiglia Istriana di Adelaide, l’altra dal Circolo giuliano di Canberra.
URUGUAY
Il Circolo Giuliano di Montevideo: organizza un incontro all’Istituto italiano di Cultura; il Circolo giuliano-bisiaco di Progreso Canelones proporrà la proiezione del film “Rosso Istria” presso il Teatro Lumier.
BRASILE
L’Associazione FVG di San Paolo promuove una Santa Messa presso la chiesa degli immigranti “Madonna della pace”.
STATI UNITI
L’Associazione Giuliani nel Mondo di New York ed i Giuliani nel mondo del New Jersey organizzano una celebrazione solenne presso il Consolato generale di New York.
Il Consiglio Direttivo del Circolo Giuliano dell'Uruguay ha invitato la Comunità Italiana a partecipare alla Santa Messa per la commemorazione del Giorno del Ricordo, prevista per oggi, in coincidenza con la data del Trattato di Pace del 1947, nella Parrocchia Madonna di Lourdes a Montevideo, alle 11.30.
Questa solennità civile, venne istituita dalla legge 30 marzo 2004 n. 92, e vuole conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e delle vittime delle foibe, dell'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell'immediato dopoguerra (1943-1945).
Parteciperanno anche l’Ambasciatore d’Italia in Uruguay, Giovanni Battista Iannuzzi, e la Consorte, Anna Orlandi Contucci.
Nella ricorrenza, il Comitato provinciale di Roma dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia ha organizzato e collaborato alla realizzazione di iniziative che hanno avuto luogo sabato, 8 febbraio, nel Quartiere Giuliano-Dalmata della capitale d’Italia.
Il programma ha preso il via alle ore 14.30, con la deposizione di una corona d'alloro al Monumento ai Martiri delle Foibe al piazzale della metro Laurentina, alla presenza delle autorità istituzionali. A seguire, con una breve passeggiata a piedi, una seconda deposizione presso il Monumento ai Caduti Giuliano-Dalmati (Cippo carsico) sulla Laurentina.
Alle 16.00, la grande inaugurazione dell'opera pavimentaria "Famiglia e Ricordo" in Piazza Giuliani e Dalmati, con la scopertura di circa 200 pietre riportanti i nomi delle famiglie giuliano-dalmate esuli, dalla Venezia Giulia, Fiume e Dalmazia, in conseguenza della firma del Trattato di Parigi del 10 febbraio 1947. Gli esuli arrivati a Roma, occuparono dal 1947 l’ex Villaggio operaio, costruito per l’Esposizione Universale del 1942 e abbandonato, per renderlo abitabile con il proprio lavoro volontario e poter iniziare una nuova vita operosa e autosufficiente. Si tratta di un Monumento unico in Italia, a testimonianza dell’esodo del 90% della popolazione autoctona italiana dalla Venezia Giulia, Fiume e Dalmazia e realizzato con l’autofinanziamento. Il progetto è stato promosso da Giuliano Dalmata nel Cuore Onlus ed ha visto la collaborazione di Anvgd Roma, Associazione per la Cultura Istriana, Fiumana e Dalmata nel Lazio, Associazione Sportiva Giuliana e Società di Studi Fiumani. Tale opera prevede la posa di 350 mattonelle in travertino che riporteranno incise la famiglia e la città di provenienza degli esuli che hanno inteso prendere parte a questa realizzazione di valore storico-culturale oltre che affettivo.
Per concludere, il Concerto di Fisarmoniche nella Chiesa di San Marco (piazza Giuliani e Dalmati), prima della Messa solenne in suffragio delle vittime delle Foibe, sempre presso la chiesa di San Marco.
(focus\ aise) 

Newsletter
Archivi