LE ATTIVITÀ DEL MAECI

LE ATTIVITÀ DEL MAECI

ROMA – focus/ aise - Grandi impegni per il Maeci in questo inizio autunno. Vediamo quali sono state le maggiori attività. Si è svolta lo scorso 1° settembre, presso la sede della Rappresentanza italiana delle Nazioni Unite, alla presenza del Vice Ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, e dell’Ambasciatrice d’Italia all’Unesco, Vincenza Lomonaco, la prima riunione dell’Intergruppo parlamentare Alleanza per la lotta alla fame e alla malnutrizione, che al momento conta circa 20 parlamentari.
L’obiettivo del gruppo, che sarà di volta in volta aperto a rappresentati del Governo, delle Agenzie ONU o di altri esponenti, pubblici o privati, impegnati sul tema della lotta alla fame e della cooperazione internazionale, è quello di creare una sinergia concreta con il Parlamento al fine di raggiungere i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda 2030. Il lavoro dell’intergruppo partirà da un percorso di formazione – grazie alla disponibilità e alla collaborazione dell’Ambasciata, del ministero degli Esteri e delle Agenzie ONU, tra tutte la FAO, ieri presente all’incontro con il vice direttore generale aggiunto Roberto Ridolfi – sulle azioni che le Nazioni Unite, ma anche in generale gli altri Paesi, stanno mettendo in campo per la lotta alla fame, la sostenibilità e lo spreco alimentare; e continuerà con l’analisi di proposte già sviluppate in Parlamento o in via di approfondimento, quali la legge sul biologico, quella sulla biodiversità a cui mancano diversi decreti attuativi, quella sul consumo di suolo, l’agricoltura contadina/familiare o l’innovation farming, nonché la legge sullo spreco alimentare varata nel 2016.
“Siamo felici di aver dato avvio a questa Alleanza, sulla scia di quanto già avviene in altri Paesi del Mondo ed in Europa, e siamo certi che con un lavoro concreto riusciremo a posizionare qualche piccolo ma importante tassello per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità”, dichiarano il presidente della commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati, Filippo Gallinella, e la vice presidente, Susanna Cenni, che aggiungono: “Ci auguriamo che il gruppo si allarghi ancora, così da poter avere un prezioso contributo dai nostri colleghi e portare magari già tra qualche mese i primi risultati”.
È dallo scorso 2 ottobre in Canada il Direttore generale per gli italiani all’estero della Farnesina, Luigi Maria Vignali, che oggi presiederà a Montreal la seconda riunione d’area dei Consoli italiani del Nord America e dell’Australia.
La missione di Vignali è iniziata a Toronto dove ieri, il Direttore generale ha incontrato alcuni esponenti della nuova mobilità in Canada, per poi recarsi in Consolato per una riunione sui progressi nei servizi ai connazionali. Nella stessa giornata, Vignali ha visitato il Comites, reso omaggio agli Italiani caduti sul lavoro e incontrato i Consoli Onorari della Provincia dell’Ontario.
lo scorso, 3 e 4 ottobre, a Montreal con i titolari degli uffici consolari del Nord America e dell’Australia è stato approfondito il tema della promozione integrata dell’Italia all’estero sulla base del programma "Vivere ALL'italiana" e del “Turismo delle Radici”, segmento turistico strategico per l’interesse degli oltre sessanta milioni di italo-discendenti nel mondo alla riscoperta dei propri luoghi di origine.
La riunione dei consoli dell’area anglofona extra europea segue quella di Vienna, il 19 e 20 settembre scorsi, dove i rappresentanti degli oltre cinquanta Uffici consolari europei hanno anche assistito alla presentazione della nuova Carta di Identità elettronica per gli italiani all’estero. Il Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Manlio Di Stefano, ha partecipato lo scorso 3 ottobre a Milano all’Assemblea Generale di Assolombarda. L’evento è stato aperto dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
"Ho partecipato anche quest'anno all'Assemblea Generale di Assolombarda e anche quest'anno ho apprezzato la franchezza sia nelle richieste che negli impegni formulati dagli imprenditori.” – ha dichiarato il Sottosegretario. “Ho registrato sintonia tra le parole del Presidente di Confindustria Boccia e il Presidente del Consiglio Conte, in particolare in questa frase del primo: "Il patto di stabilità e crescita deve diventare il patto di crescita e stabilità." Siamo tutti totalmente d'accordo. Per troppi anni si è assecondata la logica della stabilità come unica priorità quando è invece la crescita il prerequisito della stabilità. Il governo è intenzionato a realizzare questa inversione di marcia e l'abbiamo ribadito oggi forte e chiaro”. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi