LEGGE DI BILANCIO/NISSOLI (FI): ITALIANI ALL’ESTERO FORZA TRAINANTE PER LA RIPRESA

LEGGE DI BILANCIO/NISSOLI (FI): ITALIANI ALL’ESTERO FORZA TRAINANTE PER LA RIPRESA

ROMA\ aise\ - “Come ogni anno, prima di Natale, è arrivata in Parlamento la legge di bilancio anche se quest’anno è gravata dalle esigenze create dal persistere della pandemia. La manovra di bilancio, per il triennio 2021-2023 tende, da un lato a dare continuità agli interventi adottati per contrastare gli effetti economici della pandemia, dall'altro a porre in essere una strategia di rilancio che ha al centro l'istruzione, il lavoro e gli investimenti. In sostanza, si tratta di una legge di bilancio di emergenza, quale è la situazione che stiamo vivendo, che punta al rilancio del Paese anche tramite l'innovazione e l'internazionalizzazione”. Questo il commento di Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta nella ripartizione Centro e Nord America, dove ha rimarcato la sua ferrea volontà di porre al centro della ripresa economica gli italiani residenti all’estero, con diversi emendamenti da lei presentati per la Legge di Bilancio.
“Per questa ragione - ha informato l’eletta all’estero - sto lavorando per fare in modo che gli italiani all'estero possano avere più peso in tale contesto di promozione del Sistema Italia nel mondo, i miei emendamenti alla legge di bilancio sono tesi a rafforzare la dotazione di risorse umane del Ministero degli Affari Esteri per venire incontro alle esigenze dei connazionali e delle imprese, anche attuando una adeguata lotta alla contraffazione del Made in Italy in sede estera”.
Inoltre, Nissoli ha assicurato di lavorare “per sostenere la mobilità temporanea dei ricercatori, favorendo l'internazionalizzazione delle università, per sostenere gli investimenti degli italiani all'estero nella terra di origine con appositi sgravi fiscali, per sostenere il mantenimento della casa di proprietà in Italia con l’esenzione IMU sulla prima casa anche per gli italiani all'estero, favorendo il turismo di ritorno anche incentivando i Comites ed il Cgie a lavorare per promuovere il nostro Paese all'estero”.
Sempre per favorire la mobilità verso l’Italia, poi, “presenterò un emendamento per garantire il medico di base per chi risiede all'estero e in particolar modo per i pensionati che pagano le tasse in Italia”.
L’obiettivo dichiarato dall’eletta all’estero “è quello di fare in modo che nel Sistema Italia all'estero, gli italiani che vivono fuori dai confini nazionali possano avere un ruolo centrale e trainante e per fare questo dobbiamo assicurare servizi efficienti e costruire le sinergie necessarie tra le varie realtà operanti in Italia e all'estero”.
L’On. Nissoli si è detta dunque “convinta che se sapremo lavorare con vero spirito di servizio per il nostro Paese ce la faremo e costruiremo una Italia più grande con il contributo di tutti i connazionali all'estero che hanno sempre l'Italia nel cuore”. (aise) 

Newsletter
Archivi