"LETICIA BURGOS E LA MATERIA SIGNIFICANTE" IN MOSTRA A NAPOLI

"LETICIA BURGOS E LA MATERIA SIGNIFICANTE" IN MOSTRA A NAPOLI

NAPOLI\ aise\ - La Andrea Nuovo Home Gallery di Napoli inaugura venerdì prossimo, 7 febbraio, la mostra "Leticia Burgos e la materia significante", a cura di Vega de Martini e Fernanda Garcia Marino.
Nata a Buenos Aires, Leticia Burgos (1958), autodidatta e consapevole della propria passione per il disegno e le diverse tecniche di stampa, incentra la sua produzione su fogli di carta che produce in maniera artigianale, definendo così ogni volta un pezzo unico e originale, irripetibile.
In ciascuna opera emergono forme e contenuti visuali e tattili che l’artista stessa elabora a metà, tra il contemporaneo e le tecniche tradizionali della stampa perché la sua passione, come lei stessa dichiara, "è quella di scoprire, indagare e innovare il supporto come elemento fondamentale dell’espressione dell’opera e la sua continuità nella stampa, nel disegno o nel tipo di linguaggio creativo da usare".
Per la prima volta a Napoli, l’artista argentina espone 21 opere (litografie, xilografie e acqueforti) create per esigenza interiore di esprimere quel desiderio di raccontare, attraverso la trama, un universo figurativo e armonico definito dalla realtà: dalla questione sociale e dal quotidiano, perché altrimenti "resterebbe un lavoro incompleto, senza sfondo di contenuti".
Leticia Burgos, per rafforzare la relazione tra la vita e la natura, prima di realizzare ciascuna opera avvia un processo di selezione a partire dalla scelta della pianta prestando molta attenzione all’ambiente, senza distruggere la catena molecolare delle fibre della pianta stessa: "Quando osservo un’opera completata, al suo interno vedo la pianta trasformata che vive dentro".
Ricercatrice e insegnante di disegno presso l’Università Nazionale di Cuyo a Mendoza, Leticia Burgos ha realizzato mostre personali e ha ottenuto premi negli Stati Uniti (Washington D.C., Arizona), in Belgio, a Tokyo, in Argentina (Buenos Aires, Mendoza, Salta), in Cile (Santiago), a Taiwan (Taipei), a Puerto Rico, nelle Hawaii, a Roma, in Polonia (Cracovia), Cina, Bulgaria e in Belgio (Bruxelles).
Diverse sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.
La mostra alla Home Gallery di Andrea Nuovo è aperta al pubblico fino al 17 aprile con ingresso libero. (aise)


Newsletter
Archivi