LIBRI E LETTERATURA ITALIANA GUARDANDO AD EST

LIBRI E LETTERATURA ITALIANA GUARDANDO AD EST

ROMA – focus\aise – Il libro italiano nel mondo gode di buona salute, ma non basta. La promozione dell’editoria italiana ha bisogno di essere accompagnata e per questa ragione l’Italia è sempre presente alle più importanti fiere internazionali del libro. Come a quella di Seoul, che, giunta alla sua 25esima edizione, è in programma dal 19 al 23 giugno presso il Coex della capitale coreana.
La partecipazione italiana si deve all’Istituto Italiano di Cultura, che per la settima volta sarà presente all’evento con un proprio stand che quest’anno si avvale della collaborazione dell’AIE (Associazione Italiana Editori).
Lo stand 2019, più grande rispetto alle precedenti edizioni, sarà caratterizzato da un design moderno ed originale. Dall’esterno, i visitatori saranno accolti da 10 bellissime immagini, fornite dall’archivio Alinari, di alcuni tra gli autori italiani maggiormente conosciuti e tradotti nella Repubblica di Corea. Gabriele D’Annunzio ed Elsa Morante, insieme ad Italo Calvino ed Oriana Fallaci, per citarne alcuni. All’interno dello stand, ciascuno scaffale sarà riservato agli editori e agli operatori del settore che hanno accettato l’invito a partecipare al progetto Lo scopo è suscitare l’interesse delle case editrici coreane verso i nostri prodotti editoriali. Saranno presenti libri di generi diversi, dai libri d’arte ai libri per bambini. Nello spazio interno dello stand, vi saranno inoltre quattro postazioni, punto di incontro tra gli editori e i rappresentanti delle diverse case editrici e i visitatori interessati.
Il giorno 20 giugno, dalle 10 alle 12, nello spazio incontri, si terrà la conferenza dal titolo "The Reggio Emilia Approach to Education", organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Seoul in collaborazione con Reggio Children, società nata nel 1994 per sperimentare, promuovere e diffondere nel mondo un metodo educativo di qualità. Il riconoscimento internazionale a questa esperienza e la collaborazione con molti Paesi hanno generato una rete molto allargata che oggi conta ben 32 Paesi, tra cui la Corea del Sud. Compagnia di riferimento di Reggio Children nella Repubblica di Corea è KCCT – Korea Center for Children and Teachers. Durante l’incontro interverranno la responsabile Relazioni Internazionali e coordinatrice Network Internazionale di Reggio Children, Emanuela Vercalli, insieme alla responsabile di KCCT - Korea Center for Children and Teachers, Moonja Oh. Tema dell’incontro sarà l’esperienza dei Nidi e delle Scuole dell’infanzia del Comune di Reggio Emilia.
Boiardo, Ariosto e Dante saranno invece i protagonisti di due conferenze in programma la prossima settimana all’Università Ebraica di Gerusalemme. Organizzate dal Dipartimento di studi romanzi dell’ateneo in collaborazione con il Centro di studi letterari dell’Università HUJ e l’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv, le conferenze si terranno il 18 e 19 giugno.
In particolare, il 18 giugno Jo Ann Cavallo della Columbia University presenterà il suo libro "The World beyond Europe in the Romance Epics of Boiardo and Ariosto", introdotta da Chiara Caradonna. Il saggio, che ha ricevuto il Premio Scaglione della Modern Language Association e che nel 2017 è stato pubblicato anche in Italia per i tipi di Mondadori, esamina la rappresentazione dell'Estremo e Medio Oriente e del Nord Africa nei due maggiori poemi cavallereschi del XV e XVI secolo, l'Orlando innamorato di Boiardo e l'Orlando furioso di Ariosto. La conferenza, nell’Aula 530 dell’Edificio Mandel dell’Università, si terrà in lingua in inglese.
"Dante nostro contemporaneo. Una lettura etica della Divina Commedia" è, invece, il tema della conferenza che Filippo La Porta terrà il 19 giugno. Dante è distante da noi anni-luce, con le sue certezze metafisiche da uomo del Medioevo, eppure è anche nostro contemporaneo, perché andando alla radice del bene e del male, ci aiuta a trovare un'etica per il nuovo millennio. Filippo La Porta ripercorre la letteratura italiana dalle origini ai giorni nostri, evidenziandone i luoghi "canonici", ma anche suggerendo letture più trasversali e originali, legate ai dilemmi morali del presente. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi