LO SCRITTORE ENRICO IANNIELLO ALLA 7ª EDIZIONE DELLA NOTTE DELLA LETTERATURA EUROPEA DI LISBONA

LO SCRITTORE ENRICO IANNIELLO ALLA 7ª EDIZIONE DELLA NOTTE DELLA LETTERATURA EUROPEA DI LISBONA

LISBONA\ aise\ - Sabato, 8 giugno, avrà luogo a Lisbona la 7ª Edizione della Notte della Letteratura Europea, un percorso letterario che toccherà quattordici spazi della Colina de Santana per ascoltare le opere di quattordici scrittori europei contemporanei.
La Notte della Letteratura Europea è organizzata dagli Istituti culturali e dalle Ambasciate che fanno parte della rete EUNIC Portugal, tra cui l’Istituto Italiano di Cultura, il British Council, il Camões – Instituto da Cooperação e da Língua, l’Ambasciata d’Austria, l’Ambasciata della Repubblica Ceca, l’Ambasciata della Repubblica di Croazia, l’Ambasciata della Grecia, l’Ambasciata d'Irlanda, l’Ambasciata della Repubblica della Polonia, il Goethe-Institut, l’Institut Français du Portugal, l’Istituto Cervantes, l’Istituto Culturale Rumeno e l’Istituto Ibero-Americano della Finlandia – ai quali si è associata la Rappresentanza portoghese della Commissione Europea.
L’Italia sarà rappresentata da Enrico Ianniello che, nella Sala dos Passos Perdidos della Nova Medical School, leggerà in italiano alcuni brani scelti dal suo romanzo “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin”, mentre l’attore Elmano Sancho leggerà le traduzioni in portoghese.
Dopo la formazione con Vittorio Gassman presso la sua “Bottega”, Enrico Ianniello ha lavorato con i grandi protagonisti della scena italiana. In televisione ha preso parte a numerosi progetti, ma il grande pubblico lo ricorda come il commissario Vincenzo Nappi della fortunata fiction “Un passo dal cielo”, giunta alla quinta stagione. Dopo aver tradotto, dal castigliano e dal catalano, molti testi teatrali andati in scena in Italia con successo, nel 2015 si pubblica il suo pluripremiato esordio letterario, “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin” (Premio Campiello Opera Prima). Il suo secondo romanzo “La compagnia delle Illusioni” è già in libreria.
La Vita Prodigiosa di Isidoro Sifflotin Isidoro nasce con una dote speciale: fischia prodigiosamente, anzi “urlafischia”! Insieme a una divertente combriccola di personaggi stralunati, cercherà di diffondere una nuova lingua nei paesini del sud Italia e - di fiera in fiera - diverrà così famoso da scomodare addirittura un etnologo francese! Purtroppo, il terremoto dell’Irpinia del 1980 schiaccerà questo sogno di rinascita, e il nostro piccolo protagonista dovrà trovare un nuovo modo di stare al mondo, e una nuova lingua per cantarlo. (aise)


Newsletter
Archivi