LUCIA AZZOLINA MINISTRA DELL’ISTRUZIONE E GAETANO MANFREDI MINISTRO PER L’UNIVERSITA' E LA RICERCA

LUCIA AZZOLINA MINISTRA DELL’ISTRUZIONE E GAETANO MANFREDI MINISTRO PER L’UNIVERSITA

Foto Corriere della Sera

ROMA/aise/ - Per sostituire il dimissionario Lorenzo Fioramonti, il premier Giuseppe Conte ha nominato non uno ma due ministri. L’attuale sottosegretaria Lucia Azzolina diventa ministra dell’Istruzione e si occuperà di scuola. Gaetano Manfredi, invece, attuale presidente della la Conferenza dei Rettori e rettore dell’Università Federico II di Napoli, sarà ministro per l’Università e la Ricerca.
Nata a Siracusa nel 1982, Lucia Azzolina dal 13 settembre scorso è sottosegretario al Ministero dell’Istruzione. Diplomata al liceo scientifico L. Da Vinci di Floridia, la Azzolina si iscrive all’Università di Catania presso la facoltà di filosofia. Dopo la laurea triennale prosegue con la magistrale in storia della filosofia, per poi frequentare la scuola per l’abilitazione all’insegnamento della storia e della filosofia nelle scuole. Muove, così, i primi passi come insegnante nei licei di La Spezia e Sarzana, dopodiché si specializza nell’insegnamento del sostegno a Pisa. Nel 2013 prende anche la laurea in Giurisprudenza all’Università di Pavia, insegnando contemporaneamente nelle scuole superiori. Dopo la laurea in legge svolge la pratica forense occupandosi di diritto scolastico. A maggio 2019 diventa dirigente scolastico dopo aver superato il concorso . Gaetano Manfredi, nato il 4 gennaio 1964 a Ottaviano (Napoli), è il rettore dell’Università Federico II di Napoli e attuale presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui), un incarico che ricopre dal 2015, dopo la riconferma dello scorso anno. Già tra gli esperti del Ministero dell'Università e della Ricerca per il sostegno alla ricerca scientifica, il rettore del più grande ateneo del Sud è un ingegnere con “dna” umanista. Da giovane ha fatto studi classici (sognava di fare il giornalista) prima di iscriversi e laurearsi in Ingegneria nel 1988 proprio alla Federico II con la votazione di 110/110 e lode. E’ stato anche dottore di ricerca in Ingegneria delle strutture e ha ottenuto una borsa di studio post-dottorato nel 1994. È stato ricercatore e poi professore in Tecnica delle costruzioni e nel 2000 è diventato professore ordinario sempre alla Facoltà di Ingegneria della Federico II. Il suo mandato da rettore a Napoli scadrebbe l’anno prossimo, il 31 ottobre 2020.(aise) 

Newsletter
Archivi