L’UE FINANZIA NUOVI INTERVENTI SULLA LINEA NAPOLI-BARI

L’UE FINANZIA NUOVI INTERVENTI SULLA LINEA NAPOLI-BARI

BRUXELLES\ aise\ - La Commissione europea ha approvato un investimento di 124 milioni di euro a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) per ammodernare la tratta di 16,5 km tra Cancello e Frasso Telesino sulla linea ferroviaria Napoli-Bari. Le opere comprendono il raddoppio delle linee a binario unico per aumentare la velocità e la capacità e ridurre i tempi di percorrenza.
"Questo progetto dell'UE darà impulso alle economie locali di Napoli, Caserta, Benevento, Foggia e Bari, riducendo i tempi di percorrenza per gli abitanti e i turisti”, ha spiegato Violeta Bulc, Commissaria per i Trasporti. “A lungo termine questa linea ferroviaria e le numerose altre realizzate con il finanziamento dell'UE nell'Italia meridionale contribuiranno a migliorare la qualità dell'aria nella regione".
Sulla bretella di innesto verso Napoli si inserirà un collegamento con lo scalo merci di Maddaloni Marcianise, che sottopassa la linea storica Cancello-Caserta. Si tratta di un collegamento che consentirà di instradare il traffico merci direttamente verso lo scalo, senza interferire con la linea regionale. Il progetto prevede anche la realizzazione di due nuove fermate, Valle di Maddaloni e Frasso Telesino-Dugenta.
La linea Napoli-Bari fa parte del corridoio centrale scandinavo-mediterraneo della rete transeuropea di trasporto dell'UE. Il completamento del corridoio, con la costruzione di oltre 9300 km di ferrovia (un terzo dei quali in Italia), collegherà importanti poli economici dell'UE che rappresentano il 20% del suo PIL e circa il 15% della sua popolazione totale. (aise) 

Newsletter
Archivi