MAFIA E CORONAVIRUS: VIDEOCONFERENZA A CURA DELLE ACLI DI BADEN-WÜRTTEMBERG

MAFIA E CORONAVIRUS: VIDEOCONFERENZA A CURA DELLE ACLI DI BADEN-WÜRTTEMBERG

STOCCARDA\ aise\ - I cambiamenti che la diffusione del Coronavirus ha provocato nella società sono evidenti: distanziamento sociale, mascherine, limitazione negli spostamenti e negli incontri, il tutto per salvaguardare la cosa più importante, la salute. Ma in questa situazione c’è anche chi ha pensato di approfittarne, tra cui tanti boss mafiosi che data la situazione precaria delle carceri hanno chiesto e ottenuto di andare a scontare la pena in casa in attesa che si calmi la pandemia. Gli arresti domiciliari ai boss mafiosi (anche se in questi giorni è scattata l’operazione rientro in cella) ma anche di ergastolani e mafiosi condannati al 41 bis (carcere duro) è forse il più grande regalo che lo Stato poteva fare alla mafia? Verterà su questo la videoconferenza organizzata dalle ACLI di Baden-Württemberg che si terrà sulla piattaforma Zoom il prossimo mercoledì, 20 maggio, alle ore 17.30.
Si parlerà appunto di Mafia e coronavirus. Mafia che, oltrettutto, sta ulteriomente approfittano della grande crisi sociale e lavorativa in cui è precipitata l'Italia infiltrandosi nel tessuto economico del paese.
Dunque altre domande a cui si cercherà di rispondere durante la conferenza con Franco La Torre, esperto di problemi di legalità, saranno: la pandemia è un carro da traino per gli interessi della mafia? Stato di diritto o negligenza dello Stato?
Il link per collegarsi è:
https://us02web.zoom.us/j/84915355723?pwd=Qm53anA5R1UrZzk2Z3VwcVgzNXJyZz09. Mentre il Meeting-ID: 849 1535 5723. (aise) 

Newsletter
Archivi