MORTE PALLARO: IL CORDOGLIO DI GIAN LUIGI FERRETTI

MORTE PALLARO: IL CORDOGLIO DI GIAN LUIGI FERRETTI

ROMA\ aise\ - “La notizia della morte del Sen. Luigi Pallaro mi ha profondamente rattristato. Con lui se ne va un grande italiano che si era conquistato successo e ammirazione in Argentina senza mai dimenticare le sue origini. Sempre in prima fila nella vita associativa, fu uno dei combattenti per i diritti degli italiani nel mondo accanto a Tremaglia, primo fra tutti il voto”. Così scrive Gian Luigi Ferretti, già collaboratore del ministro Tremaglia, ex Consigliere del CGIE e fondatore de “L’Italiano”, tra i primi ad esprimere il suo cordoglio per la scomparsa dell’ex senatore, oggi in Argentina.
“Presidente storico della Camera di Commercio Italiana in Repubblica Argentina e di Feditalia, organizzava ogni anni il convegno dei giovani italiani. Nel 2016 fu eletto Senatore. Nel 2013 fu insignito del Premio L’Italiano. Spesso io e lui abbiamo discusso con franchezza, come si fa fra veri amici che si rispettano”, aggiunge Ferretti, che ricorda: “l’ho visto l’ultima volta nel novembre 2016 all’Associazione Trevisana in occasione della visita di Luca Zaia, il Governatore del suo Veneto (era padovano doc). Ci siamo abbracciati con affetto e abbiamo scherzato come eravamo soliti fare. Piango la sua perdita e – conclude - porgo le mie sentite condoglianze ai famigliari”. (aise) 

Newsletter
Archivi