NATO: L’ITALIA CEDE IL COMANDO DEL JFC DI BRUNSSUM ALLA GERMANIA

NATO: L’ITALIA CEDE IL COMANDO DEL JFC DI BRUNSSUM ALLA GERMANIA

BRUNSSUM\ aise\ - Si è  tenuta il 31 maggio scorso la cerimonia di cambio al comando del Joint Force Command (JFC) di Brunssum, uno dei principali comandi dell’Alleanza in Europa, tra il Generale di Corpo d'Armata dell’Esercito Italiano, Riccardo Marchiò ed il Generale dell`Esercito tedesco, Erhard Bühler.
La cerimonia si è svolta alla presenza delle più alte autorità civili e militari tra cui il Comandante Supremo delle Forze NATO in Europa (SACEUR), Generale Tod D. Wolters, il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Generale di Corpo d`Armata Salvatore Farina in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, il Rappresentante Permanente italiano al quartier generale della NATO a Bruxelles, Ambasciatore Francesco Maria Talò.
Il Comando della NATO JFC di Brunssum – ricorda lo Stato Maggiore della Difesa – è una struttura altamente operativa che vede tra i suoi principali compiti il comando e controllo della missione “Resolute Support” in Afghanistan; il comando operativo della Nato Responce Force (NRF) a rotazione con il comando gemello di Napoli (Lago Patria) e la gestione delle attività di presenza e dissuasione nell’area Est della Nato attraverso l’eFP (enhanced Forward Presence).
Nel suo intervento alla cerimonia, Marchiò ha ripercorso i principali compiti operativi del Comando, ringraziando i comandanti e gli staff delle numerose Unità alleate che hanno operato sotto la direzione del JFC: “la NATO trae la sua forza dall'unità, solidità e determinazione per assicurare difesa e sicurezza a 360 gradi a tutti i membri: one for all, all for one” concludendo con il famoso motto che identifica l'operato del Comando e di tutta l'Alleanza: “strongher togheter” (più forti insieme).
Riconoscimenti al ruolo svolto dall'Alto Ufficiale italiano – riporta la Difesa – sono giunti dagli ambasciatori e dai rappresentanti militari dei Paesi membri della Nato, soprattutto dal generale Walters che ha voluto ringraziare il comandante uscente per il proficuo, eccellente lavoro svolto e per gli importanti traguardi raggiunti in quasi due anni di comando.
Questa cerimonia segna anche la fine del triennio di comando italiano presso il JFC di Brunssum che ha visto l'Italia, per la prima volta, avere la leadership di un comando operativo fondamentale per l’organizzazione della NATO.
La leadership italiana a Brunssum – sottolinea lo Stato Maggiore - ha “rappresentato un’occasione di prestigio per le nostre Forze Armate e si intreccia indissolubilmente con le vicende di maggior rilievo per la Difesa nazionale”. L’esperienza, iniziata nel marzo 2016 con il Generale Salvatore Farina (2016-2018), e poi proseguita con il Generale Riccardo Marchiò (2018-2019), “ha posto alla ribalta internazionale l’Italia, le sue Forze Armate nonchè tutto il contingente interforze italiano, al fine di garantire il massimo sostegno nel raggiungimento degli obiettivi ricevuti dal Supreme Headquarters Allied Powers in Europe (SHAPE)”.
Questi tre anni, conclude lo Stato Maggiore, “sono stati caratterizzati da cambiamenti della minaccia e dalla necessità di sviluppare capacità in linea con i tempi e dimensionate ai requisiti operativi contingenti. Il comando italiano ha saputo fornire e migliorare in special modo il supporto, sia al Comando della missione Resolute Support, che allo spiegamento e implementazione dell’eFP”. (aise) 

Newsletter
Archivi