SAN PIETROBURGO: IN SCENA SPETTACOLO PICCOLO TEATRO DI MILANO

SAN PIETROBURGO: IN SCENA SPETTACOLO PICCOLO TEATRO DI MILANO

SAN PIETROBURGO\ aise\ - Grande successo, il 29 e 30 giugno scorsi, per lo spettacolo prodotto dal Piccolo Teatro di Milano “La tragedia del Vendicatore” di Thomas Middleton nell'adattamento del regista Declan Donnellan, allestito presso il Teatro Aleksandrinskij di San Pietroburgo grazie alla collaborazione tra il MIBAC e l'Istituto Italiano di Cultura.
Il cast di giovani attori, le raffinate scenografie, la sapiente messa in scena di Donnellan, hanno confermando il ruolo del Piccolo Teatro di Milano quale ambasciatore privilegiato della nostra cultura all'estero.
Le due repliche, inserite nel programma delle Olimpiadi del teatro in Russia - manifestazione di respiro internazionale, a cui hanno partecipato le più importanti compagnie teatrali europee - hanno registrato il tutto esaurito.
Scritta nei primi anni del regno di Giacomo I, tra il dilagare della corruzione e del malcostume, La tragedia del vendicatore riflette una visione del mondo cupa e disperata: isolamento ascetico e rinuncia sembrano l’unica via per sfuggire all’azione inquinante del potere. Middleton, contemporaneo di Shakespeare, si affermò in una Londra teatro di cambiamenti dirompenti; era un tempo di boom economico e bancarotta, regnava un enorme malcontento, colpevolmente ignorato, che fu sul punto di distruggere il mondo dei due autori.
Leggendo Middleton si percepisce una minaccia incombente alimentata dal rancore e dall’ingiustizia. Ci parla di un governo corrotto, invischiato in loschi affari, e di un popolo che si compra al prezzo dei beni di consumo. Descrive una società ossessionata dal sesso, dalla celebrità, dalla posizione sociale e dal denaro, dominata dal narcisismo e da un bisogno compulsivo di autorappresentarsi per convincere gli altri, ma soprattutto se stessi, di essere buoni e belli.
“La stretta collaborazione tra il MIBAC e l'Istituto Italiano di Cultura di San Pietroburgo, anche grazie al fondo di potenziamento della cultura e della lingua italiana all'estero, continua a dare eccellenti risultati in Russia”, annota la Farnesina, “come dimostrato dal successo dalla serie di eventi organizzati durante il Forum Cultura, in cui l'Italia ha avuto il ruolo di paese ospite, e da quelli realizzati nel 2019, che hanno dato un importante contributo allo sviluppo delle relazione culturali tra Italia e Russia”. (aise) 

Newsletter
Archivi