SIMEST E BANCA POPOLARE DI SONDRIO PER SUPPORTARE LE AZIENDE SUI MERCATI ESTERI

SIMEST E BANCA POPOLARE DI SONDRIO PER SUPPORTARE LE AZIENDE SUI MERCATI ESTERI

ROMA\ aise\ - Sostenere finanziariamente le aziende che, anche in questo particolare periodo economico, decidono di internazionalizzarsi per restare competitive: questo l’obiettivo che SIMEST e Banca Popolare di Sondrio si sono poste all’atto della firma di un accordo di collaborazione che vede i due istituti lavorare fianco a fianco per offrire al tessuto imprenditoriale italiano validi strumenti di crescita sui mercati esteri.
Banca Popolare di Sondrio – ricorda Cdp in una nota – detiene una piccola partecipazione nel capitale di SIMEST e le due società hanno da sempre collaborato per rendere quanto più possibile efficiente la gestione della clientela comune; l’obiettivo di questo nuovo accordo è proprio quello di potenziare la già esistente sinergia, mettendo a fattor comune le reciproche specializzazioni.
SIMEST è la finanziaria di sviluppo delle imprese italiane all'estero e, insieme a SACE, costituisce il Polo dell’Internazionalizzazione e dell’Export del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti. La sua mission è promuovere gli investimenti oltre frontiera e l’export delle aziende italiane, soprattutto PMI, attraverso tre principali modalità: investimenti in equity con l’acquisizione di una quota di minoranza nel capitale della controllata estera di un’azienda italiana o anche nella società italiana se finalizzati all’internazionalizzazione del business; finanziamenti agevolati a supporto del processo di internazionalizzazione (per la partecipazione a fiere e missioni, studi di fattibilità, la realizzazione di strutture commerciali, l'assistenza tecnica, l’avvio di E-commerce, l’utilizzo di Temporary Export Manager, rafforzamento patrimoniale ad aziende con vocazione internazionale); supporto del credito all’export.
“L’impegno di SIMEST è da sempre quello di offrire un supporto tempestivo alle esigenze di internazionalizzazione delle imprese italiane, affiancandole e supportandole in un percorso non sempre semplice”, il commento di Mauro Alfonso, Amministratore Delegato di SIMEST. “In una fase così complessa come quella che il tessuto industriale italiano sta attraversando, diventa quanto mai strategico per noi poter contare sulla collaborazione di partner qualificati e professionali come la Banca Popolare di Sondrio, per essere pronti a sostenere le PMI italiane con un’offerta integrata e di facile fruizione”.
Banca Popolare di Sondrio è una banca particolarmente attiva nel supporto finanziario e nel trade finance internazionale: con le sue oltre 480 dipendenze assiste le imprese di qualsiasi dimensione nella gestione dell’operatività sui mercati esteri, con qualificati servizi e uno Sportello Unico per l’Internazionalizzazione, cui le aziende possono rivolgersi per tutte le loro esigenze sui mercati esteri, dalla prima fase di approccio al supporto finanziario.
“La nostra banca ha sempre creduto nel valore dell’internazionalizzazione d’impresa, ancora prima che questo termine diventasse di uso comune”, dichiara Mario Erba, Vicedirettore Generale di Banca Popolare di Sondrio e Responsabile del Servizio Internazionale. “Ecco perché ci siamo sempre impegnati per offrire servizi professionali alla clientela e SIMEST è sicuramente uno dei nostri principali partner in tal senso. E lo è ancora di più oggi, in una situazione economica non facile per le aziende, nella quale cercare nuovi sbocchi all’estero può davvero costituire un valore aggiunto alla redditività d’impresa. Tra l’altro, per fronteggiare l’emergenza economica post-Covid, SIMEST ha introdotto alcune misure di particolare interesse per le imprese, agevolandone l’accesso e l’utilizzo da parte di imprese anche di piccole dimensioni”.
Tutti gli imprenditori interessati si possono rivolgere agli sportelli della banca per avere una prima consulenza gratuita sulle possibilità di utilizzo dei servizi di SIMEST e Banca Popolare di Sondrio. Ì (aise) 

Newsletter
Archivi