SPRING CLEANING: MIMMO BARONELLO INAUGURA ART IN THE LIBRARY ALL’IIC DI TORONTO

SPRING CLEANING: MIMMO BARONELLO INAUGURA ART IN THE LIBRARY ALL’IIC DI TORONTO

TORONTO\ aise\ - “Art in the Library” è la nuova originale iniziativa realizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Toronto per promuovere gli artisti italocanadesi nella capitale dell’Ontario. Un nuovo dipinto verrà esposto ogni stagione per deliziare il pubblico dell’Istituto attraverso l’arte with contemporanea ispirata all’Italia e alla cultura italiana.
Spring Cleaning” è il titolo dell’opera che inaugura il progetto e che è stata realizzata dall’artista Mimmo Baronello. L’opera, in cui una cornice dorata e ovale diviene simbolo di vita, speranza e rinnovamento, presenta una disposizione barocca, in cui uno scoiattolo dispettoso sembra portare il caos. Il teschio di un orso e le corna di un cervo servono ancora ad evocare la vita, sostenendo la classica composizione da natura morta con tulipani: alcuni fiori cadono mentre altri sono in piena fioritura. La vita che si innalza dando speranza, perché il vaso decorato e la cornice dorata non possono frenare la natura, che si rinnova costantemente. Qui illuminata da una luce che si irradia evocando l'iconografia barocca e classica. La natura si rinnova ogni anno, non importa quanto noi disturbiamo o cerchiamo di controllare il mondo.
Nato e cresciuto in Sicilia, Mimmo Baronello si è laureato con lode all’Accademia delle belle Arti di Brera, Milano, e, prima di trasferirsi in Canada nel 1998, ha lavorato a Roma, Milano e New York come art director.
Sebbene continui a lavorare su piccoli progetti nel cinema e nel design, negli ultimi cinque anni è tornato alla sua passione principale: la pittura. Baronello dipinge le tensioni che sono sotto i nostri occhi, come nel caso della immensa natura canadese, oggi contaminata dalla cultura del consumo e dalla lenta erosione del paesaggio per opera dell'industria. Il suo stile fonde il manierismo barocco con il contemporaneo.
L’opera “Spring Cleaning” resterà in mostra all’Istituto Italiano di Cultura sino al 31 agosto. (aise)



Newsletter
Archivi