“TERRE DI NESSUNO”: L'EUROPA FANTASMA NEL SAGGIO DI PAOLO BERGAMASCHI

“TERRE DI NESSUNO”: L

MODENA\ aise\ - C’è una parte d’Europa sconosciuta ai più, quella degli Stati fantasma: territori che hanno dichiarato l’indipendenza senza essere riconosciuti come tali a livello internazionale. Sono entità che vivono in un limbo diplomatico, nate quasi tutte negli anni Novanta. Abchazia, Ossezia del Sud, Transnistria, Gagauzia e Nagorno-Karabakh sono luoghi ai più sconosciuti dove scoppiano conflitti locali spesso ignorati in Occidente, che hanno lasciato sul campo una scia di vittime, di relazioni spezzate e di separazioni violente. A esserne colpite sono Moldavia, Georgia e Azerbaigian, tutte ex repubbliche dell’Unione Sovietica. A cui va aggiunta, più di recente, la guerra in Ucraina per il Donbass. Ad appiccare il fuoco, con l’eccezione del Nagorno-Karabakh, è sempre la stessa mano, quella russa. E nelle terre di nessuno non esiste lo stato di diritto o, quando c’è, è estremamente precario. A questo si aggiungano l’indipendenza a metà del Kosovo e i casi di Scozia e Catalogna, che scuotono non solo l’Europa in quanto tale ma l’intera Unione europea.
Di tutto questo parla il libro di Paolo BergamaschiTerre di nessuno”, nuovo in libreria per Infinito Edizioni (euro 14, pag.176), con la prefazione di Massimo Cirri e Sara Zambotti.
“Lì dove in questi anni era possibile intravedere un germoglio di appartenenza europea che lottava per affermarsi e crescere, prima o poi è sempre arrivato Paolo Bergamaschi per proteggerlo e raccontarlo”, scrivono Cirri e Zambotti.
Paolo Bergamaschi ha lavorato per 24 anni come consigliere politico presso la Commissione Esteri del Parlamento Europeo. Veterinario di professione, collabora con riviste, siti web e quotidiani con reportage e analisi di questioni europee e avvenimenti internazionali. È spesso ospite di programmi radiofonici che trattano di politica estera. È musicista e cantautore con sei cd all’attivo. Ha pubblicato Area di Crisi-Guerra e pace ai confini d'Europa (2007), Passaporto di Servizio (Infinito edizioni, 2010), L'Europa oltre il muro (Infinito edizioni, 2013) e Terre d’Oriente (Infinito edizioni, 2017). (aise)


Newsletter
Archivi