TURISMO DELLE RADICI: LA PUGLIA ALLA FIT DI BUENOS AIRES

TURISMO DELLE RADICI: LA PUGLIA ALLA FIT DI BUENOS AIRES

BARI\ aise\ - Dopo il grande successo della partecipazione come ospite d’onore a “Buenos Aires celebra Italia”, la manifestazione dedicata alla cultura italiana, organizzata dal Governo di Buenos Aires ed ENIT, la Puglia é presente in questi giorni con Pugliapromozione alla Fiera Internazionale del Turismo in America Latina (FIT), che, inaugurata il 5 ottobre scorso, terminerà domani, 8 ottobre, a Buenos Aires.
Nel grande stand di Enit, l’Ambasciatore d’Italia Giuseppe Manzo ha inaugurato questa mattina "Auditorio Leonardo", dedicato al cinquecentenario della morte di Leonardo Da Vinci. Presentata anche la Guida alle radici italiane promossa dalla Direzione generale italiani all’estero del MAECI, a cura dell’Associazione Raiz Italiana.
“L’incoming in Puglia dall’Argentina cresce del +88% per gli arrivi e del +97% per le presenze dal 2015 a oggi”, ha commentato l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione, Loredana Capone. “Alla base della buona crescita c’è l’impegno della Regione in Argentina per lo sviluppo del “turismo delle radici”, quello degli italiani emigrati all’estero o dei loro discendenti che tornano nei paesi di origine. I numeri positivi e l’accoglienza che ha ricevuto la Puglia in Argentina dimostrano che la nostra strategia, sulla quale abbiamo puntato e stiamo puntando, sta avendo successo e agevola un turismo di ritorno che contribuisce alla riscoperta dei piccoli borghi, generando un turismo sostenibile e favorendo una domanda turistica in qualunque stagione dell’anno, molto importante ai fini dei due principali obiettivi del Piano strategico Puglia365: internazionalizzazione e destagionalizzazione del turismo”.
Tra le principali destinazioni pugliesi scelte dagli argentini, oltre al capoluogo Bari, si trovano Lecce, San Giovanni Rotondo, Polignano a Mare e Alberobello.
Secondo una recente ricerca dell’Enit, il bacino potenziale di turisti dall’Argentina a livello mondiale rappresentato dagli emigrati italiani all’estero e dai loro discendenti è pari a circa 80 milioni di persone. Il giro d’affari relativo a questo segmento turistico dal solo continente americano si aggira intorno ai 650 milioni di euro per un totale di 670mila arrivi/anno in Italia.
“Puntiamo sull’Argentina e sui Paesi del Sudamerica e non potevamo non essere alla FIT di Buenos Aires, data l’affluenza di grande rilievo, raddoppiata negli ultimi anni, da parte di tutti i paesi del Sudamerica”, ha affermato Luca Scandale. “La FIT, a cui la Puglia è presente con uno spazio espositivo brandizzato nel padiglione ENIT, è dedicata alla creazione di opportunità di business con tutti i paesi del Sudamerica e non solo con l’Argentina e conta oltre 30mila presenze fra gli operatori di settore e 65mila visitatori”. (aise) 

Newsletter
Archivi