UNICEF: A NATALE TORNA LA PIGOTTA

Unicef: a Natale torna la Pigotta

ROMA\ aise\ - “A Natale torna la Pigotta dell'UNICEF a sostegno dei programmi per l'istruzione. Quest'anno a causa della pandemia di COVID-19 milioni di bambini e giovani nel mondo hanno visto interrotto il loro percorso di studi, adottando una Pigotta sarà possibile aiutarli a ricominciare a studiare”. Così la neo Presidente dell’UNICEF Italia Carmela Pace ha lanciato questa settimana la campagna che ogni anno ha come protagoniste le famose bambole di stoffa.
A causa della Pandemia da COVID-19 il numero di studenti colpiti dalla chiusura delle scuole nel mese di novembre è cresciuto del 38%, mettendo ulteriormente sotto sforzo i progressi per l’istruzione e il benessere di altri 90 milioni di bambini a livello globale.
Al 1° dicembre, le classi per circa 1 alunno su 5 nel mondo – ovvero 320 milioni – erano chiuse: un incremento di circa 90 milioni dai 232 milioni dello scorso 1° novembre.
La Pigotta, la bambola di pezza realizzata a mano dai volontari dell’UNICEF, quest'anno vuole aiutare proprio loro, i bambini più vulnerabili.
“Con la Pigotta dell'UNICEF quest'anno sarà possibile contribuire a ridare a tanti bambini senza istruzione le opportunità di cui hanno bisogno per crescere. Studiare può aiutarli a superare lo stress causato dalla pandemia e consentirgli di non perdere strumenti preziosi utili alla loro formazione”, ha concluso Pace. "Abbiamo un compito. Accompagnare a scuola tutti i bambini e le bambine."
Quest’anno sarà possibile adottare la Pigotta scegliendola in totale sicurezza presso il Comitato provinciale UNICEF più vicino che può essere trovato qui.
Anche quest’anno al fianco dell’Unicef c’è Foxy. (aise) 

Newsletter
Archivi