UNO SGUARDO AI PICCOLI ITALIANI ALL’ESTERO

UNO SGUARDO AI PICCOLI ITALIANI ALL’ESTERO

ROMA – focus\aise – Trasmettere il rispetto e l’amore per la cultura ai più giovani. Questo l’intento di alcune iniziative lanciate nei giorni scorsi in tre diversi angoli del mondo.
In 11 scuole di Tbilisi è stato lanciato il progetto "Archeologia a scuola", che, promosso e finanziato dall’Ambasciata d’Italia in Georgia, si prefigge di raccontare ai ragazzi il mestiere dell’archeologo, presentando i siti in cui gli esperti italiani lavorano fianco a fianco con i colleghi georgiani.
Grazie ad uno speciale "Gioco dell’oca" o al "Memory dell’Archeologo", in cui caselle e tesserine sono strumenti, termini, oggetti e storie legate agli esploratori del passato, ma anche attraverso i fumetti che narrano le avventure di Jack e del suo segugio Matrix, entrambi con un gran fiuto per i reperti, si vuole presentare agli studenti l’affascinante mondo dell’archeologia. Mondo al centro anche di un cartone animato, sempre finanziato dall’Ambasciata, in cui i due protagonisti presentano le varie missioni archeologiche italiane realizzate sul territorio georgiano anche grazie al sostegno del nostro Ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale.
La campagna di promozione è realizzata in collaborazione con l’Associazione Archeologica Ikarus, l’Università Ca’ Foscari di Venezia e la "Society of Young Archaeologists" georgiana.
Fiori all’occhiello della cooperazione culturale tra Italia e Georgia, le missioni archeologiche italiane finanziate dalla Farnesina in Georgia sono quattro e rappresentano un coronamento ideale dei rapporti tradizionalmente eccellenti intrattenuti dall’Ambasciata con il Museo Nazionale della Georgia diretto da David Lordkipanidze.
Ai giovani di età compresa tra i 4 e i 12 anni è rivolto "Il Piccolo Leonardo", concorso lanciato dal Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi nell’ambito degli eventi organizzati in occasione della 26ma edizione della Settimana Italiana di Montréal, che avrà luogo nel mese di agosto in Canada.
Il Concorso invita a realizzare un’opera artistica, disegno o pittura e possono ispirarsi alla regione italiana scelta come tema di quest’anno: la Calabria, oppure da un’altra regione italiana. Una bella opportunità per i giovani artisti di stimolare la propria creatività e di scoprire la cultura della regione protagonista del concorso.
Il concorso è suddiviso in tre categorie di età: 4-6, 7-9 e 10-12 anni. Ogni categoria avrà un vincitore tra i quali sarà eletto il vincitore del concorso. La consegna dei premi avverrà durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione. Una volta completata, l’opera deve essere inviata al Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi, 8370, boul. Lacordaire, Suite 302, Saint-Léonard (QC), H1R 3Y6 entro e non oltre sabato 20 luglio 2019.
È aperto sino al 21 agosto il bando della quinta edizione della "Gara di Pittura per Ragazzi "Dipingi l’Italia"" che, promossa dall’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, è dedicato alla figura del grande artista e scienziato del rinascimento italiano Leonardo da Vinci. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi