WASHINGTON DC: EU OPEN HOUSE ALL’AMBASCIATA D’ITALIA

WASHINGTON DC: EU OPEN HOUSE ALL’AMBASCIATA D’ITALIA

WASHINGTON\ aise\ - Come per il 2018, l’Ambasciata d’Italia a Washington ha aperto le porte al pubblico sabato 11 maggio, nel contesto della EU Open House 2019, organizzata per la Festa dell’Europa. Uno dei principali eventi del mese di maggio nella capitale degli Stati Uniti, l’EU Open House consente ai visitatori di avvicinarsi alla cultura, alla storia e alle tradizioni dei Paesi membri dell’Unione Europea.
L’Ambasciata d’Italia è stata visitata da 6.000 persone che hanno avuto l’opportunità unica di conoscere il patrimonio artistico e culturale del nostro Paese e le eccellenze italiane sia del settore privato sia di quello pubblico, come ad esempio le nostre Forze Armate.
Ricca anche l’offerta culturale, grazie alla collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura: i visitatori hanno potuto ascoltare Paolo Angeli, musicista di origini sarde che ha intrattenuto il pubblico con una chitarra sarda modificata e ammirare la mostra fotografica “Life as a scientist” organizzata in collaborazione con la Fondazione Bracco.
Erano inoltre presenti con degli stand l’Università di Georgetown, la George Washington University e la University of Maryland che hanno presentato i loro curricula di lingua e letteratura italiana, nonché le varie istituzioni e associazioni che nell’area della capitale contribuiscono a diffondere la lingua e la cultura italiana come la Casa Italiana, la Italian Cultural Society, Italians in DC e le DIVE.
Tra i partecipanti anche i ricercatori italiani del National Institutes of Health e della NASA che hanno offerto una panoramica delle attività di ricerca svolte presso le due prestigiose istituzioni americane.
Non sono mancate le opportunità per assaggiare alcuni dei prodotti più tipici della nostra gastronomia dal caffè di Manuel Caffe, al gelato di Dolci Gelati, alla pizza di Marra Forni.
Numerosi i partner dell’iniziativa, tra i quali figurano Alitalia, Beretta, Bethesda Soccer Club, Ducati, Dulles International Airport, Ferrero, Fincantieri, Iveco, Juventus Academy e Leonardo. (aise)


Newsletter
Archivi