WASHINGTON: FUTURO E RILANCIO DELL’ITALIA AL CENTRO DELLE RIUNIONI DI SISTEMA PRESIEDUTE DALL’AMBASCIATORE VARRICCHIO

Washington: futuro e rilancio dell’Italia al centro delle riunioni di sistema presiedute dall’ambasciatore Varricchio

WASHINGTON\ aise\ - Il futuro e il rilancio dell’azione dell’Italia negli Stati Uniti, dopo un anno segnato dalla pandemia e dall’emergere di nuove sfide sul piano economico e sociale, è stato il tema al centro di una serie di riunioni di coordinamento presiedute dall’ambasciatore d’Italia negli USA, Armando Varricchio, con i principali attori istituzionali (Consolati, ICE, Istituti Italiani di Cultura, Camere di Commercio, Banca d'Italia ed ENIT), i rappresentanti della comunità italiana (COMITES e CGIE), i membri del Parlamento eletti nella circoscrizione Nord America, i Dirigenti Scolastici e i responsabili delle principali imprese presenti sul territorio americano.
È stata confermata la volontà di contribuire a fornire servizi sempre più efficienti a sostegno delle comunità e delle aziende. La conclusione del Patto per l'Export ha permesso di convogliare importanti risorse per l'internazionalizzazione del Sistema Paese e maggiori fondi a disposizione della promozione integrata negli USA, che saranno al servizio della ripresa delle nostre esportazioni. Nonostante le complessità del contesto economico, particolarmente positivo è stato il quadro tracciato dalle aziende presenti nel tessuto produttivo americano.
“È più importante che mai fare squadra”, ha dichiarato Varricchio, “per assicurare all’Italia un ruolo di primo piano negli Stati Uniti, nostro principale alleato e primo mercato di sbocco dell’export italiano fuori dalla UE, nella fase di avvio di una stagione ricca di aspettative sul piano della salute pubblica e della ripresa economica”.
“Sono certo”, ha proseguito il diplomatico alla vigilia della cerimonia di insediamento del presidente-eletto Biden, alla quale rappresenterà l’Italia mercoledì 20 gennaio, “che con la nuova Amministrazione il nostro Paese potrà ulteriormente approfondire la collaborazione nei principali dossier bilaterali e internazionali, in un anno che vedrà l'Italia protagonista sulla scena globale, con la Presidenza del G20 e della Conferenza delle Parti sui cambiamenti climatici”. (aise)



Newsletter
Archivi