#YOUTHFORGOOD: COME SOSTENERE LE CAMPAGNE UMANITARIE SU TWITTER

#YOUTHFORGOOD: COME SOSTENERE LE CAMPAGNE UMANITARIE SU TWITTER

DUBAI\ aise\ - “L’invito è rivolto ai giovani: utilizzate Twitter e l’hashtag #YouthForGood per sostenere cause umanitarie e sociali negli Emirati Arabi e nel mondo. Iniziativa lanciata dall’amministratore delegato di Twitter, Jack Dorsey, che ha vistato gli Emirati nei giorni scorsi, insieme allo UAE’s Youth Hub e al Minister of State for Youth Affairs, incoraggia i ragazzi a partecipare ad una sorta di competizione: aprire un account Twitter od utilizzarne uno già esistente, per promuovere la cultura del volontariato, attività di beneficenza o di utilità sociale”. A rilanciare l’invito rivolto ai giovani emiratini e non è “DubaItaly.com”, quotidiano online fondato e diretto a Dubai da Elisabetta Norzi.
““Gli Emirati Arabi – ha sottolineato lo Sceicco di Dubai che ha incontrato Dorsey in occasione dei suoi 10 anni su Twitter – desiderano incoraggiare i nostri giovani a sfruttare il potere delle piattaforme online come Twitter per creare un impatto positivo sulle loro comunità. #YouthForGood è un’iniziativa significativa in questa direzione “.
Semplici i requisiti per partecipare: occorre essere cittadini emiratini oppure residenti qui, avere tra i 18 e i 35anni di età, essere massimo 5 persone, se si partecipa in gruppo. Verrà premiato l’account più creativo.
“Su Twitter, la nostra missione filantropica – ha sottolineato Jack Dorsey – è quella di sfruttare il potere positivo della nostra piattaforma per rendere il mondo un posto migliore e ci auguriamo che tale iniziativa possa potenziare i giovani costruendo la loro alfabetizzazione mediatica e le competenze di cittadinanza digitale per guidare cambiamenti positivi””. (aise) 

Newsletter
Archivi