GIORNATA DELLA MEMORIA/ ALL’IIC DI BELGRADO LA CONFERENZA "VIE DI SALVEZZA. LA ZONA DI OCCUPAZIONE ITALIANA"

BELGRADO\ aise\ - In occasione della Giornata della Memoria in ricordo delle vittime dell’Olocausto e dei deportati militari e politici italiani nei lager nazisti, l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado in collaborazione con la Comunità ebraica della Serbia e il Centro per la ricerca e l’educazione sull’Olocausto, organizza una conferenza sul tema "Vie di salvezza. La zona di occupazione italiana".
L’iniziativa si svolgerà domani, mercoledì 27 gennaio, alle ore 18.00, nella sede dell’Istituto, che nell’occasione intende "ricordare prima di tutto le vittime deportate dalla Serbia e da tutta l’Europa, ma anche tutti quelli che sono riusciti a salvarsi. In questo spirito", spiegano gli organizzatori, "l’accento sarà posto sull’Olocausto in Serbia e nella regione in riferimento al ruolo del regime fascista italiano nell’istituzione e nella applicazione delle misure antisemitiche, ma anche sulla salvezza di migliaia di ebrei che riuscirono a scappare dalle varie città della Jugoslavia occupata, inclusa Belgrado, verso i territori occupati dagli italiani e lì trovare rifugio".
Parteciperanno alla conferenza: Davide Scalmani, direttore IIC Belgrado, Aleksander Gaon della Comunità ebraica della Serbia, la storica Olga Manojlovic Pintar dell’Istituto di storia contemporanea della Serbia ed i famigliari e sopravvissuti Aleksander Lebl, Svetlana Djuric e Miroslava Demajo. Moderat Milovan Pisarri del Centro per la ricerca e l’educazione sull’Olocausto. (aise) 

wer54w66sf32re2