CARUSO (ICP) ALLA FIERA SLOW FOOD A STOCCARDA: ISTITUZIONI SOSTENGANO PRODUTTORI CREANDO UN SISTEMA ORGANICO

CARUSO (ICP) ALLA FIERA SLOW FOOD A STOCCARDA: ISTITUZIONI SOSTENGANO PRODUTTORI CREANDO UN SISTEMA ORGANICO

ROMA\ aise\ - “È stato un grandissimo successo sia in termini quantitativi, con all’elevato numero di presenze, sia in termini qualitativi, grazie alla risposta dei visitatori che si sono dimostrati estremamente interessati alle aziende e ai prodotti esposti”. È quanto dichiara l’onorevole Mario Caruso, presidente di Italia Civile Popolare e membro alla Camera del gruppo Des-Cd, a proposito della Fiera organizzata dall’associazione Slow Food a Stoccarda, conclusa domenica 23 aprile.
“Il nostro paese vanta infiniti prodotti di eccellenza legati alle piccole e medie imprese dell’agroalimentare presenti in tutte le regioni d’Italia, sarebbe opportuno offrire loro maggiore visibilità, esattamente come accade nelle occasioni come la fiera di Slow Food, durante la quale abbiamo avuto modo di confrontarci con numerosi produttori giunti da ogni parte d’Italia”, prosegue Caruso. “Proprio il confronto con le realtà imprenditoriali del made in Italy è utile a stimolare la riflessione su possibili iniziative virtuose da realizzare insieme”.
“Sono state poste le base per lanciare a breve una piattaforma che – spirga il deputato – servirà da raccordo per curare tutti gli aspetti commerciali e creare sinergie tra i principali attori del settore agroalimentare, nella quale potranno entrare a far parte tutti gli imprenditori e produttori che riterranno valida l’iniziativa. Il principio della piattaforma è quello dell’unione. Insieme, infatti, si ha più forza di penetrazione nei mercati, con costi più contenuti visto che si è in tanti”.
“Le prime a promuovere questa azione di sostegno nei confronti del made in Italy sono proprio le istituzioni, alle quali è richiesto un ulteriore sforzo per non lasciare i produttori da soli”, aggiunge. “Le piccole e medie imprese sostengono il sistema Italia con il loro lavoro quotidiano ed è quindi giusto, oltre che doveroso, che le istituzioni facciano altrettanto promuovendo un terreno fertile per quelle società virtuose, che lavorano in maniera seria e limpida”. Secondo Caruso, dunque, “è necessario mettere a regime il tessuto imprenditoriale di qualità in maniera tale che le aziende interagiscano in maniera professionale e competitiva. È necessario essere al passo con un’economia in costante evoluzione, con l’individualismo non si ottiene nulla. Al contrario, se i produttori si organizzano in maniera organica e fanno rete, si possono ottenere risultati molto più concreti”.
A Stoccarda, prosegue, “abbiamo posto le basi per realizzare, il prossimo anno, qualcosa di ancora più spettacolare e sinergico nell’ambito del nascente gemellaggio realizzato tra Foresta Nera e Parco dei Nebrodi, unendo i due rispettivi stand in un unico spazio comune dove realizzare conferenze e seminari e presentare i prodotti di tutte le aziende interessate, di qualsiasi territorio”.
“Si tratta di un’idea che abbiamo già discusso e che siamo intenzionati a realizzare” conclude il deputato, che ha preso parte a una serie di incontri in fiera insieme al console generale Massimo Darchini e all’associazione regionale Comunità Siciliana nel Mondo rappresentata dal segretario Nino Romanzo, il presidente onorario onorevole Carmelo Lo Monte. In rappresentanza del Parco dei Nebrodi, invece, sono intervenuti Enzo Ioppolo e Giuseppe Oriti. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi