DACIA MARAINI A MONACO DI BAVIERA

DACIA MARAINI A MONACO DI BAVIERA

MONACO\ aise\ - Dacia Maraini sarà a Monaco di Baviera martedì prossimo, 28 marzo, con due importanti appuntamenti: alle ore 18 sarà ospite dell’Istituto Italiano di Cultura in occasione della tavola rotonda "Violenza contro le donne: riconoscerla per combatterla e difendersi"; in serata poi, alle ore 20, Dacia Maraini sarà alla Literaturhaus in Salvatorplatz per la lettura del suo "La bambina e il sognatore".
All’IIC parteciperanno alla tavola rotonda insieme alla scrittrice Rolando Madonna del Comites e Angela Rossi, autrice della pubblicazione "Non una di più", che, edita con il sostegno del Comites di di Monaco di Baviera, sarà presentata durante la serata.
La tavola rotonda, moderata da Antonio Pellegrino del Bayerischer Rundfunk, si svolgerà in lingua italiana e tedesca e sarà ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria.
Organizzatore dell’incontro è l’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con il Comites München e Forum Italia.
Sempre l’Istituto si è fatto promotore della presentazione alla Literaturhaus, insieme con la stessa e con la Casa editrice Folio.
La lettura dei passaggi tedeschi dal romanzo di Dacia Maraini sarà affidata a Thorsten Krohn. Modera Maike Albath.
"La bambina e il sognatore" narra dell'esperienza della perdita e della nostra umanità. È un libro toccante, avvincente ed energico.
L'insegnante Nani Sapienza sogna, una notte, di una bambina che somiglia a sua figlia, da poco deceduta. La mattina successiva ascolta alla radio la notizia che una bambina di nome Lucia è scomparsa senza lasciare alcuna traccia. Dopo settimane di vane ricerche, la polizia e i genitori si rassegnano. Ma per Nani la ricerca di Lucia coinciderà con la ricerca di sé.
Dacia Maraini è nata a Fiesole nel 1936 ed è cresciuta in Giappone e in Sicilia. È la grande protagonista della letteratura italiana, che ha avuto strette amicizie con Alberto Moravia e Pier Paolo Pasolini. Ha ricevuto numerosi premi, i suoi libri sono stati tradotti in venti lingue. Recentemente sono stati tradotti in Germania: La lunga vita di Marianna Ucría (2002), Bagheria (2002), Colomba (2006). (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi