EMERGENZA CENTRO ITALIA/ GENTILONI IN PARLAMENTO: È IL MOMENTO DELLA RESPONSABILITÀ/ OGNUNO FACCIA IL PROPRIO DOVERE

EMERGENZA CENTRO ITALIA/ GENTILONI IN PARLAMENTO: È IL MOMENTO DELLA RESPONSABILITÀ/ OGNUNO FACCIA IL PROPRIO DOVERE

ROMA\ aise\ - “Oggi è il momento della responsabilità, le leggi ci sono, gli indirizzi ci sono: ciascuno faccia il proprio dovere, questo è il modo migliore per dimostrare agli italiani colpiti che non sono soli e che lo Stato è con loro. Rivendico le decisioni prese dal governo presieduto da Matteo Renzi e penso che si tratti di muoversi in continuità. Sono state fatte scelte giuste e necessarie”. Così il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni nell’informativa al Senato sulle conseguenze dell’emergenza in Centro Italia.
Il Premier ha ha espresso “forte e unanime sentimento di riconoscenza per le migliaia di persone, 11mila, che si prodigano per salvare vite e ridurre disagi, soprattutto dopo che alcune di loro hanno perso la vita tragicamente. Anche le immagini dei salvataggi resteranno nella nostra memoria, di questi soccorritori, siamo orgogliosi perchè sono dei cittadini italiani esemplari”, ha aggiunto.
“Serve un’assunzione di responsabilità del Governo, del Parlamento, del sistema centrale della protezione civile e dell’ufficio del Commissario per la ricostruzione di Regioni, sindaci – ha proseguito – di dirigenti pubblici e intera Pubblica amministrazione. Le leggi ci sono, gli indirizzi sono chiari: ciascuno faccia il proprio dovere, prendendo decisioni, firmando ciò che c’è da firmare seguendo le leggi: questo è il modo migliore per dimostrare agli italiani che non sono soli”.
“La prossima settimana vareremo un decreto”, ha annunciato il Premier, riferendosi al provvedimento sui poteri del commissario alla ricostruzione e della Protezione civile. “Nessuno pensi che sia un ritorno all’indietro, sarà invece un passo avanti. Sarà mirato ad intervenire in alcuni punti e gangli l’accumulo di ritardi che finora non ci sono stati ma possono accumularsi nei prossimi mesi e che possiamo prevenire”.
Quanto alle risorse, il premier è stato chiaro: “le risorse ci sono: 4 miliardi nella legge di bilancio e altri ci saranno come ho anticipato personalmente al presidente della commissione europea Jean Claude Juncker”.
Gentiloni infine ha citato Silone: “Un grande abruzzese, Ignazio Silone, ammoniva con parole amarissime sulle conseguenze del terremoto che era fenomeno abituale nelle sue terre: passata la paura la disgrazia si trasforma in occasione per l’ingiustizia. È nelle nostre mani evitare che, passata la disgrazia, questa si trasformi in ulteriore ingiustizia. Lo abbiamo fatto in tanti luoghi del nostro Paese, lo faremo anche in queste regioni del centro Italia”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi