"LA PASSIONE DI FRIDA": A CITTÀ DEL MESSICO PRENDE FORMA LA COLLABORAZIONE TRA EMANUELE VISCUSO E LEO MATIZ

"LA PASSIONE DI FRIDA": A CITTÀ DEL MESSICO PRENDE FORMA LA COLLABORAZIONE TRA EMANUELE VISCUSO E LEO MATIZ

CITTÀ DEL MESSICO\ aise\ - Una collaborazione capace di unire ambiti artistici, luoghi geografici e personalità diverse tra loro, in un unico lavoro. Emanuele Viscuso è uno scultore. Le sue opere sono astratte, eteree, sospese. Singoli segmenti, uniti tra loro, creano giochi elicoidali ed altre forme geometriche. Leo Matiz è un fotografo colombiano, nato a Macondo, come Gabriel Garcia Marquez, suo amico. Ha girato il mondo, vissuto intensamente ed ha immortalato i volti di un’epoca. Frida Kahlo tra loro. Severa, decisa, granitica nelle espressioni, così Leo Matiz ritrae l’artista messicana, leggendone l’energia e le passioni interiori.
Un incontro casuale, a Milano negli anni ’80 tra Emanuele Viscuso e Leo Matiz, permette agli artisti di conoscere i rispettivi lavori e di raccontarsi - in un reciproco scambio - sensazioni ed esperienze. Da qui nasce la mostra "La Passione di Frida", che sarà inaugurata giovedì 16 febbraio nelle sale dell’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico.
Emanuele Viscuso, in collaborazione con Matiz, interviene sulle immagini scattate proprio in Messico dal fotografo, incentrando la propria attenzione su Frida Kahlo ed in particolare intendendo soffermarsi ed interpretare suoi particolari biografici.
La mostra di Leo Matiz ed Emanuele Viscuso, organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura, rimarrà aperta fino al 18 marzo 2017, con ingresso libero. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi