“L’ARLECCHINO TRISTANO MARTINELLI – LA COMMEDIA DELL’ARTE NELL’ARTE CONTEMPORANEA” DA DOMANI ALLA CASA MUSEO SARTORI

“L’ARLECCHINO TRISTANO MARTINELLI – LA COMMEDIA DELL’ARTE NELL’ARTE CONTEMPORANEA” DA DOMANI ALLA CASA MUSEO SARTORI

MANTOVA\ aise\ - La Casa Museo Sartori di Castel d’Ario (Mantova) da domani, 30 aprile, al 28 maggio presenta la rassegna “l’Arlecchino Tristano Martinelli – la Commedia dell’Arte nell’Arte Contemporanea”.
La mostra, che nasce da un’idea e progetto di Adalberto Sartori, gode dei patrocini di Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di Castel d’Ario, Comune di Bigarello e San Giorgio, Comune di Mantova, Accademia Teatrale Campogalliani Mantova, Ecomuseo della risaia, dei fiumi, del paesaggio rurale mantovano, Pro Loco di Castel d’Ario.
La mostra “l’Arlecchino Tristano Martinelli – la Commedia dell’Arte nell’Arte Contemporanea” si inaugura alle 11.00, con interventi di Arianna Sartori curatrice della mostra e del catalogo, Daniela Castro Sindaco di Castel d’Ario, Barbara Chilesi Sindaco di Bigarello, Mattia Palazzi Sindaco di Mantova, Beniamino Morselli Presidente Provincia di Mantova e Maria Gabriella Savoia ‘Casa Museo Sartori’ e autrice del testo critico pubblicato nel catalogo, e alla presenza degli artisti che sono stati invitati dalla curatrice Arianna Sartori a presentare un’opera in questa rassegna.
Alle ore 11.30, Diego Fusari attore della Accademia Teatrale Campogalliani di Mantova, interpreterà brani di Tristano Martinelli e dai canovacci della Commedia dell’Arte.
In mostra si possono ammirare 58 opere, tra dipinti e sculture, realizzate da Baldassin Cesare, Baratella Paolo, Bedeschi Nevio, Bellomi Federico, Benedetti Laura, Benghi Claudio, Bianco Lino, Bobò Antonio, Bonafini Annalisa, Bongini Alberto, Budini Gianfranco, Calabrò Vico, Calvi Cesare, Capraro Sabina, Castagna Angelo, Castaldi Domenico, Cattaneo Claudio, Crestani Cristina, De Micheli Gioxe, Desiderati Luigi, Dugo Franco, Dulbecco Gian Paolo, Faccioli Giovanni, Falco Marina, Ferraris Giancarlo, Fioravanti Ilario, Fonsati Rodolfo, Galante Sabino, Galbiati Barbara, Grilanda Alberta, Guala Imer, Lavagna Silvana, Lo Presti Giovanni, Luchini Riccardo, Macaluso Marisa, Masserini Patrizia, Merik Milanese Eugenio Enrico, Molinari Mauro, Nastasio Alessandro, Nigiani Impero, Pantaleoni Ideo, Pedroli Gigi, Pilon Valerio, Poggiali Berlinghieri Giampiero, Previtali Carlo, Rossato Kiara, Sandrone Manuela, Santoli Leonardo, Scotto Aniello, Sironi Fabio, Soravia Sandro, Staccioli Paolo, Terreni Elio, Timoncini Luigi, Venditti Alberto, Vigliaturo Silvio, Zoli Carlo, Zucchellini Maurizio.
Nello stesso periodo è possibile vedere, al primo piano di Casa Museo Sartori, la mostra antologica “Omaggio a Vanni Viviani”, organizzata da Vincenzo Bruno e Arianna Sartori, a quindici anni dalla scomparsa del maestro. In mostra sono esposte una cinquantina di opere realizzate a partire dagli anni Sessanta fino alla sua scomparsa avvenuta nel 2002. Per l’occasione è stato edito un catalogo con testo di Francesco Martani.
Durante la mostra è possibile visitare il Museo d’Arte Ceramica “Terra Crea – Sartori”.
Nel Museo, ancora in divenire, è presentato il primo nucleo della raccolta di Opere ceramiche, collocate in modo permanente negli spazi predisposti nel cortile interno del palazzo. Oltre 120 è il numero delle piastre ceramiche che, modellate ed elaborate secondo le varie tecniche e ispirazioni dagli artisti, sono fissate alle pareti. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi