PROROGATO LO STATO D’EMERGENZA IN TURCHIA: DAL CONSOLATO AVVISO DI SICUREZZA PER I CONNAZIONALI

PROROGATO LO STATO D’EMERGENZA IN TURCHIA: DAL CONSOLATO AVVISO DI SICUREZZA PER I CONNAZIONALI

ISTANBUL\ aise\ - "Le autorità turche hanno annunciato che lo stato d’emergenza in vigore nel Paese è stato prorogato per altri tre mesi a partire dal 18 aprile 2017". Per questa ragione e alla luce dei recenti fatti che hanno visto coinvolto il giornalista italiano Gabriele Del Grande, il Consolato Generale d’Italia a Istanbul "raccomanda ai connazionali massima cautela negli spostamenti e di portare sempre con sè un valido documento di riconoscimento ed eventuali titoli di soggiorno in Turchia. Per aggiornamenti sulla situazione in città si consiglia di rivolgersi anche alle Autorità locali e di tenersi informati sui media internazionali e locali".
Sempre il Consolato, con una nota diramata oggi, consiglia di "evitare gli assembramenti" ed invita i connazionali che non siano ancora iscritti all’AIRE a farlo recandosi in Consolato. "Coloro i quali hanno cambiato domicilio e/o recapito telefonico sono pregati di darne notizia inviando una comincazione ai seguenti indirizzi: canccons.istanbul@esteri.it oppure anagrafe.istanbul@esteri.it". Agli stessi indirizzi di posta elettronica possono scrivere gli studenti Erasmus, che sono invitati ad "informare il Consolato della loro presenza ad Istanbul inviando un messaggio con il proprio recapito e telefono".
Quanto ai connazionali che intendono compiere un viaggio nel Paese, la nota del Consolato ricorda che possono registrarsi sul sito "Dove siamo nel mondo" gestitito dall’Unità di Crisi del Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per ricevere aggiornamenti sulla sicurezza.
Tutte le informazioni di sicurezza con i relativi aggiornamenti sono inoltre disponibili sul sito "Viaggiare Sicuri" del MAECI.
Nei giorni festivi e nei giorni feriali, al termine dell’orario di apertura, per situazioni di emergenza è possibile contattare il Consolato Generale e ai numeri +905554585844 e +905552341906. "Tali numeri non vanno chiamati per informazioni relative alle pratiche di visto e consolari di ordinaria amministrazione", conclude la nota. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi