APPROCCIO CRITICO A DANTE: ALL’UNIVERSITÀ DI TORONTO LA TERZA EDIZIONE DEL SEMINARIO INTERNAZIONALE

APPROCCIO CRITICO A DANTE: ALL’UNIVERSITÀ DI TORONTO LA TERZA EDIZIONE DEL SEMINARIO INTERNAZIONALE

TORONTO\ aise\ - Si terrà mercoledì prossimo, 28 marzo, ISCAD 3, la terza edizione dell’International Seminar on Critical Approaches to Dante che, organizzato dall’University of Toronto, esplorerà le categorie di autorhip e readership nel campo degli studi su Dante.
Il seminario vedrà la partecipazione di Albert Russel Ascoli (Berkeley, University of California) e Johannes Bartuschat (University of Zurich, e Goggio Visiting Professor all’University of Toronto nel 2018). Tra i partecipanti alle tavole rotonde docenti dall’Italia (Napoli), Ohio, Vanderbilt e Toronto.
Interdisciplinare per natura, ISCAD offre uno spazio di discussione e di elaborazione tra ricercatori provenienti dagli studi danteschi, così come da altre tradizioni di studio, attraverso vari approcci metodologici: storia delle categorie chiave della critica dantesca e in ambiti disciplinari affini; studi specifici sull'applicazione di queste categoria a singoli episodi del corpus dantesco; discussione degli usi ed abusi di queste categorie negli studi danteschi e oltre.
Nel 2015, ISCAD è stato creato dal Department of Italian Studies (University of Toronto) grazie al generoso contributo di SSHRC, dell’Istituto Italiano di Cultura di Toronto, la E. Goggio Chair in Italian Studies (University of Toronto), il Center for Comparative Literature (University of Toronto), il Center for Medieval Studies (University of Toronto), il Department of Language Studies (UTM), la Faculty of Arts and Science (University of Toronto), il Pontifical Institute for Mediaeval Studies, e la University of St. Michael's College nell’University of Toronto. Dal 2016-2017 ISCAD ha ottenuto il riconoscimento scientifico dalla Dante Society of America.
Il comitato organizzatore di questa terza edizione è formato da E. Brilli (Toronto), L. Fiorentini (Toronto), J. Steinberg (Chicago) e W. Robins (Toronto). (aise) 

Newsletter
Archivi