ARNONE (FI) RINGRAZIA GLI ELETTORI: PROSEGUIRÒ IL MIO IMPEGNO CON LA FONDAZIONE ITALIANI IN EUROPA

ARNONE (FI) RINGRAZIA GLI ELETTORI: PROSEGUIRÒ IL MIO IMPEGNO CON LA FONDAZIONE ITALIANI IN EUROPA

ROMA\ aise\ - “A dieci giorni dalle elezioni che mi hanno visto protagonista, quale candidato alla Camera nella ripartizione Europa, in quota Forza Italia nella lista unitarie di centrodestra, desidero in primis ringraziare tutti coloro che mi hanno votato ed esprimere alcune considerazioni”. Così in una nota Giuseppe Arnone che, pur non essendo stato eletto alle elezioni del 4 marzo, sottolinea con soddisfazione l’essere stato “il candidato che ha girato in lungo ed in largo l’Europa, visitando in particolare i paesi dove era più numerosa la comunità italiana” e l’aver ottenuto “secondo i dati del Viminale, 6822 preferenze”. Questo, precisa, “quando mancano ancora i risultati di 42 sezioni” – quelle cioè i cui verbali sono stati inviati alla Corte d’Appello di Roma -; numeri che fanno di Arnone “il candidato di Forza Italia più votato”, in Europa. Candidato, continua la nota, “che ha svolto una campagna elettorale basata sulla riconquista delle radici della nostra italianità in Europa”.
E ancora: “risulto il candidato più votato in Belgio, non solo della mia lista, ma di tutte le liste; ritengo di poter conoscere, personalmente, le migliaia di elettrici ed elettori che mi hanno voluto premiare con il loro voto; a fronte di una campagna elettorale, condotta su un territorio vastissimo, nelle vesti di un volto “nuovo”, alla sua prima esperienza, ritengo che sommare tutti questi voti sia stato un successo”. Per questo, Arnone intende “rilanciare” la sua presenza in Europa, preannunciando che, “qualora emergessero ancora dati discordanti dai seggi e quindi dallo scrutinio, di presentare un ricorso, al fine di verificare il motivo per il quale non siano state ancora scrutinate le sezioni mancanti, relative alla ripartizione Europa”.
Arnone, quindi, esprime la sua “forte volontà e quella del gruppo di amici che mi hanno voluto in questa avventura, primo tra tutti l’onorevole Gianfranco Miccichè, a cui va la mia stima per avermi voluto presente in questa tornata elettorale, a continuare la mia missione con la Fondazione Italiani in Europa, a partire dalla seconda edizione della “Festa delle eccellenze” che si svolgerà tra la fine di luglio e i primi di agosto; mi impegnerò affinchè gli italiani residenti all’estero siano considerati un valore aggiunto del nostro Paese, attraverso progetti di inclusione nella vita attiva della nostra Nazione”.
Secondo Arnone è “necessario e fondamentale rafforzare e migliorare le sedi consolari, nell’interesse della collettività italiana e nello stesso tempo sostenere ed essere di supporto al nostro Made in Italy, nella speranza che la nuova politica estera di Forza Italia sia centrale anche in Europa e non vanifichi il lavoro svolto da chi, come il sottoscritto, con i risultati ottenuti ci ha messo la faccia, cercando di raggruppare attorno all’idea di libertà e partecipazione tutti gli italiani residenti all’estero”.
Infine, “per quanto riguarda la legge che istituisce il voto degli italiani all’estero, ritengo sia opportuno ed essenziale che si elaborino dei miglioramenti, innanzitutto per dare credibilità e trasparenza al voto di chi risiede oltre confine. A tale proposito, suggerirei che lo spoglio si svolga direttamente presso le sedi consolari. Sarebbe – conclude – un primo passo per conquistare, finalmente, la fiducia della comunità italiana”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi