BERLINO: “L’AMBASCIATA INCONTRA…CINEMA, TV E FOTOGRAFIA"

BERLINO: “L’AMBASCIATA INCONTRA…CINEMA, TV E FOTOGRAFIA"

BERLINO\ aise\ - Si terrà giovedì 28 giugno, alle 18.30, presso la sede dell’Ambasciata d’Italia a Berlino, l’evento “L’Ambasciata incontra… cinema, tv e fotografia”. Un appuntamento dedicato ai giovani italiani in Germania che lavorano nel settore dell’audiovisivo.
Quali sono le condizioni di lavoro nel settore delle produzioni televisive e cinematografiche in Germania? Come si accede ai finanziamenti pubblici per organizzare una rassegna o per ottenere i fondi necessari a girare un documentario? E quali sono le prospettive di lavoro per i fotografi professionisti? Questi e altri temi saranno al centro della serata, durante la quale quattro giovani professionisti italiani stabilitisi a Berlino racconteranno le proprie esperienze lavorative e personali tra Italia e Germania.
L’Ambasciatore d’Italia Pietro Benassi sarà lieto di presentare Dario-Jacopo Laganà, napoletano, fotografo italiano a Berlino dal 2010, dove si interessa di progetti fotografici di indagine delle relazioni tra storia e società tedesca.
Dopo aver dedicato alcuni anni alla fotografia di viaggio (in particolare in Medio Oriente) e al fotogiornalismo, decide di approfondire l'indagine artistica con progetti di ritratti sperimentali. Attualmente lavora e collabora con diversi artisti e clienti internazionali, oltre a coordinare e tenere workshop di Social Art.
Antonio Padovani, originario di Viareggio, dopo gli studi in DAMS e al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma, nel 2012 si è trasferito a Berlino e ha iniziato a lavorare su set cinematografici e televisivi tedeschi e internazionali (tra cui il noto serial poliziesco "Tatort") e presso varie case di produzione e distribuzione locali.
Nel 2017 fonda la società LattePlus Berlin Film Production, tramite la quale si occupa personalmente di produzione cinematografica, teatrale, VFX Service e location management.
Chiara Sambuchi, nata a Pesaro, laureata in filosofia e diplomata in chitarra classica in Italia; ha studiato storia del cinema a Berkeley. Ha lavorato come producer presso l'ufficio di corrispondenza della RAI di Berlino, dove nel 2001 ha co-fondato la casa di produzione LAVAFILM. Ha curato la regia di film documentari e reportage per emittenti televisive come ARD, ZDF, YLE, RAI e history channel, ricevendo diversi premi e nomination.
Cecilia Valenti, originaria di Busto Arsizio, ha studiato filosofia estetica e teoria del cinema all’Università Statale di Milano, all’Universität Bremen e alla Freie Universität Berlin. Si è addottorata presso la Heinrich-Heine-Universität Düsseldorf e insegna alla facoltà di Filmwissenschaft della Freie Universität Berlin. L’attività di ricercatrice è stata affiancata dal 2009 a quella di curatrice di cinema; ha organizzato rassegne a Berlino, Francoforte, Vienna e Londra come parte del collettivo "The Canine Condition". (aise) 

Newsletter
Archivi