“CEDI LA STRADA AGLI ALBERI”: ALL’IIC DI AMBURGO L’INCONTRO CON L’AUTORE FRANCO ARMINIO

“CEDI LA STRADA AGLI ALBERI”: ALL’IIC DI AMBURGO L’INCONTRO CON L’AUTORE FRANCO ARMINIO

AMBURGO\ aise\ - Venerdì prossimo, 6 aprile, alle ore 19.00, l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo ospiterà l’autore Franco Arminio che presenterà il suo libro “Cedi la strada agli alberi”, pubblicato da ChiareLettere nel 2017.
“Poesie d’amore e di terra”: così Franco Arminio ha definito i versi raccolti in “Cedi la strada agli alberi”, nei quali l’azione predominate è “l’osservare”, rivolgendo l’attenzione a “quello che c’è fuori”. Così il paesaggio, l’amore e il senso acuto del corpo femminile diventano i temi principali del libro, accompagnati da liriche dedicate agli affetti familiari, nonché a riflessioni sulla poesia al tempo di internet.
Franco Arminio, nato a Bisaccia, in provincia di Avellino nel 1960, è scrittore, poeta, documentarista e “paesologo”, come ama definirsi. Vincitore del premio Napoli per il libro “Vento forte tra Lacedonia e Candela. Esercizi di paesologia” e dei premi Carlo Levi e Volponi per il libro “Terracarne”, si contraddistingue anche per il suo impegno nella paesologia, che lo ha portato a fondare “La casa della paesologia” a Trevico e il festival “La luna e i calanchi” ad Aliano.
In “Cedi la strada agli alberi” Arminio ha raccolto solo una piccola parte della sua sterminata produzione poetica: l’opera è antica e nuova al contempo, raffinata e popolare, un calibrato intreccio di passioni intime e passioni civili. I versi del poeta sono lavorati a oltranza, con grande cura, con l’obiettivo di arrivare a una poesia semplice, diretta e senza aloni.
Roberto Saviano su “La Repubblica” ha definito Arminio uno dei più importanti poeti del nostro Paese.
Ad Amburgo Franco Arminio, durante la sua conversazione con Francesca Bravi, presenterà il suo capolavoro letterario e spiegherà attraverso una relazione sul Festival “La Luna e i calanchi” di Aliano il suo lavoro come “paesologo”. Alla serata sarà presente anche il fotografo Antonio Di Cecco che inaugurerà il 5 aprile presso l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo la sua mostra fotografica intitolata “Forme di paesaggio. Basilicata,2018”.
La serata sarà moderata da Francesca Bravi dell’Università di Kiel, che curerà anche la traduzione.
L’evento, che si colloca nell’ambito della rassegna “Faszination Basilicata”, è gratuito e organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con la casa editrice Chiarelettere. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi