CINA CHIAMA ITALIA PER LA DIFESA PATRIMONIO ARCHEOLOGICO

CINA CHIAMA ITALIA PER LA DIFESA PATRIMONIO ARCHEOLOGICO

CHENGDU\ aise\ - La competenza e la capacità professionale degli archeologi italiani al servizio della tutela del patrimonio culturale cinese. È questo l'obiettivo del workshop organizzato il 21 e 22 settembre dal Consolato Generale di Chingqing, in coordinamento con l'Ambasciata italiana in Cina, nell'ambito del Western China International Fair, dove l'Italia è Paese ospite d'onore. La fiera è in programma a Chengdu, capoluogo della provincia sud-occidentale di Sichuan.
Il workshop su "Tutela del patrimonio culturale e costruzione e gestione dei Musei", finanziato con i fondi del programma "Vivere all'Italiana", si articolerà in una parte seminariale e una parte "sul campo" e consentirà di presentare alla parte cinese le buone pratiche e le tecnologie italiane per la tutela e valorizzazione dei beni culturali e di posizionare l'Italia quale partner privilegiato del progetto di riqualificazione del sito archeologico di Donghuamen, per il quale il Dipartimento della Cultura del Sichuan ha già stanziato ingenti finanziamenti. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi