CONTEMPORARY #11: FRANCA NUTI E GIAN CARLO DETTORI SU GIORGIO STREHLER ALL’IIC DI LONDRA

CONTEMPORARY #11: FRANCA NUTI E GIAN CARLO DETTORI SU GIORGIO STREHLER ALL’IIC DI LONDRA

LONDRA\ aise\ - Curata e moderata da Monica Capuani, “Contemporary” è una serie di incontri organizzata dall’Istituto Italiano di Culutra a Londra che, attraverso conversazioni, letture e performance dal vivo presenta al pubblico inglese un’autorevole panoramica del teatro italiano di oggi.
Attori, drammaturghi e registi italiani, grandi maestri e giovani di successo, raccontano la propria ricerca artistica e si confrontano con importanti esponenti del teatro inglese contemporaneo.
In occasione del ventesimo anniversario della morte di Giorgio Strehler, ospiti del nuovo incontro in programma lunedì prossimo, 29 gennaio, dalle 19 in Istituto, saranno Franca Nuti e Gian Carlo Dettori, che racconteranno da un punto di vista privilegiato la carriera del celebre regista fondatore del Piccolo Teatro - Teatro d’Europa di Milano.
Strehler fondò il Piccolo Teatro nel 1947 con l’aiuto dell’impresario Paolo Grassi, trasformando un piccolo locale occupato durante la guerra dai militari nazifascisti in uno dei più importanti teatri d’Europa e del mondo. Il suo provenire da una famiglia autenticamente europea – con radici italiane, austriache, balcaniche e francesi, senza dimenticare l’importanza del dialetto triestino – giocò un ruolo importante nella sua formazione e nella sua carriera, che si consacrò a un repertorio del tutto inedito ed eclettico. Nei primi vent’anni di vita del Piccolo Teatro Strehler diresse 115 produzioni, tra i quali i grandi successi “Arlecchino servitore di due padroni” di Carlo Goldoni e “Vita di Galileo” di Bertolt Brecht.
Franca Nuti ha studiato recitazione all'Accademia dei Filodrammatici di Milano. Ha recitato per diversi teatri stabili, fra cui quelli di Genova, Torino e Trieste. Fra i registi che l'hanno diretta figurano, fra gli altri, Franco Zeffirelli, Sandro Bolchi, Aldo Trionfo e Tino Buazzelli. Ha insegnato negli anni ottanta all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica “Silvio D'Amico” di Roma e alla Scuola civica “Paolo Grassi” a Milano. Negli anni novanta ha insegnato inoltre alla scuola teatrale di Luca Ronconi e alla Scuola del Piccolo Teatro fondata da Giorgio Strehler. In carriera ha ricevuto diversi riconoscimenti fra cui il premio Ubu nel 1986 e 1988, il premio “Ennio Flaiano” nel 1989, il premio “Eleonora Duse” nel 1992 e il premio “Ermete Novelli” nel 2004.
Gian Carlo Dettori ha frequentato l'Accademia D'Arte Drammatica “Silvio D'Amico” di Roma, è attore di prosa, televisione e cinema, oltre ad avere avuto svariate esperienze di conduttore radiofonico e di protagonista di diverse commedie e radiodrammi. Dal 1957 e nei seguenti quattro decenni ha fatto parte di numerosissime produzioni del Piccolo Teatro di Milano sotto la direzione di Giorgio Strehler, a partire dallo storico Arlecchino servitore di due padroni di Carlo Goldoni in cui interpreta il personaggio di Silvio Lombardi.
Monica Capuani è giornalista culturale freelance per importanti riviste come L’Espresso, L’Europeo, io Donna, Elle. È inoltre traduttrice letteraria dall’inglese e dal francese, con più di settanta romanzi tradotti all’attivo, e di testi teatrali inglesi e americani. Ha portato in Italia numerose pièce tra cui, da ultimo, The Pride di Alexi Kaye Campbell, diretto e interpretato da Luca Zingaretti. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi