DA UN SEMINTERRATO DEL NEW JERSEY AL GUINNES WORLD RECORDS: BRUCE ZACCAGNINO E IL PIÙ GRANDE MODELLINO FERROVIARIO DEL MONDO

DA UN SEMINTERRATO DEL NEW JERSEY AL GUINNES WORLD RECORDS: BRUCE ZACCAGNINO E IL PIÙ GRANDE MODELLINO FERROVIARIO DEL MONDO

ROMA\ aise\ - “Bruce Williams Zaccagnino, americano di origini triestine, è un uomo poliedrico che nel corso della sua vita ha sempre seguito le sue passioni: musicista da concerto, imprenditore, pluripremiato sviluppatore di giochi per computer ed editore, Zaccagnino è anche la mente dietro il più grande modellino ferroviario del mondo, Northlandz”. A scriverne su “Oltreoceano”, il periodico dell’Istituto Italiano Fernando Santi, diretto da Luciano Luciani, all’interno della rubrica dedicata agli italiani che si sono distinti all’estero.
“La costruzione del modellino iniziò come hobby nel 1972, nel seminterrato della casa di Bruce e sua moglie Jean, a Flemington in New Jersey. Nel 1977, dato il continuo e notevole ampliamento del modellino, alcuni amici convinsero Zaccagnino ad ospitare uno spettacolo ferroviario annuale per un’associazione di beneficenza. In breve tempo lo spettacolo divenne di successo e attrasse l’attenzione di numerose trasmissioni televisive nazionali e internazionali che contribuirono ad accrescerne la popolarità. Nel corso del tempo, il modello ferroviario, soprannominato “Northlandz”, si espanse oltre il seminterrato e si trasformò in un modello di città: oltre ai binari, treni e stazioni, Zaccagnino aggiunse gradualmente modelli di intere città con grattacieli ed edifici residenziali, villaggi, automobili e oltre a circa 50 mila alberi. A questi, grazie all’aiuto di numerosi assistenti, progettisti e ingegneri, si aggiunsero presto fiumi, montagne, canyon, parchi e tutto ciò che un reale passeggero può vedere viaggiando su un treno reale (nonostante Zaccagnino abbia dichiarato di non aver mai viaggiato in treno!).
“Northlandz” oggi è una vera e propria attrazione mondiale, un museo composto da 13 binari, centinaia di treni, 40 ponti, circa3mila case e innumerevoli altri modelli, per un totale di 1Km di percorso e 8 miglia di tracciato. Il complesso include anche un museo di bambole, “La Peep Doll House”, un organo a canne e una galleria d’arte, che contribuiscono ad arricchire un percorso che richiede dalle 2 alle 3 ore per essere
visitato nella sua interezza. La struttura rispecchia l’enorme dedizione e l’amore di Zaccagnino e sua moglie per l’arte e la creatività, e questa passione è stata riconosciuta, oltre che dai sempre numerosi visitatori, dagli appassionati di modellismo di tutto il mondo e da grandi star del calibro di Rod Stewart e Neil Young, anche dal Guinness Book of World Records che ha assegnato a “Northlandz” il premio come “più grande esposizione di modellini di treni del mondo”. Maggiori informazioni su “Northlandz” sono disponibili sul sito http://www.northlandz.com/. (aise) 

Newsletter
Archivi